Napoli-Torino: 2-2 Marika Fruscio dixit

0

Una giornata triste per squadra e tifosi. E’ finito al S.Paolo il sogno scudetto ed ora, a meno 6 dalla Juve, conta solo la differenza reti. Ma nonostante ciò il pubblico azzurro non smette mai di cantare e di sostenere Sarri e squadra.

Quello che ha fatto il Napoli in questo campionato, con le evidenti limitazioni, è stato un qualcosa di eccezionale ed i tifosi non possono che applaudire, nonostante il risultato.

Resta comunque un ottimo risultato, un record punti, 87 per l’esattezza e l’orgoglio di aver disputato una grande stagione, proponendo un bel calcio, ammirato in Italia ed in Europa.

Al S.Paolo il Napoli nn ha dato spettacolo e si conferma il periodo fiacco, grigio che la squadra sta passando da un po’ di tempo a questa parte. Quella di Sarri è una squadra evidentemente stanca, spenta, spompa. C’e lentezza e prevedibilità nella manovra  e manca la genialità dei singoli. Gli azzurri fanno fatica a trovare le triangolazioni strette  e veloci e questo lascia modi e speranze all’avversario.

Il Toro, inizialmente privo di Belotti e Iago Falque, non mette in campo tanta qualità ma comunque non butta la spugna e cerca di sfruttare gli esterni alti, Baselli e De Silvestri, per entrare in area partenopea.

Il pressing del Napoli impedisce la manovra granata e Allan recupera una grande quantità di palloni. Mertens riesce a sbloccare se stesso e la gara, siglando l 1-0, grazie anche ad un ingenuità di Burdisso. Callejon ha sui piedi la palla del raddoppio ma centra in pieno Sirigu.

RIPRESA

Il Napoli scarseggia sul piano della qualità e del ritmo mentre il Toro cerca di aumentare l’intensità e trova la via del pareggio con Baselli, ben servito da Lijaic.

Sarri attua il suo solito cambio, inserendo Milik al posto di Mertens (ancora lontano dalla sua ottima condizione fisica). Il polacco becca un palo, ha un ottima occasione goal ma è Hamsik, subentrato ad uno spento Zielinsky, a ritrovare il vantaggio. Il bolide di Marek, la sua 100 rete in maglia azzurra, spiazza Sirigu. Il Napoli crede di aver in tasca la vittoria ma all 83′ arriva la beffa. De Silvestri anticipa M.Rui  e di testa sorprende Reina.

Forse a questo punto del campionato una vittoria sarebbe servita a poco, forse solo a rinviare la festa della Vecchia Signora.

I giochi sono ormai chiusi.

PECCATO.