Napoli, Tuanzebe non era la prima scelta: Giuntoli voleva Jae Kim

0
giuntoli
Cristiano Giuntoli, ad del Napoli. Foto da gonfialarete su concessione Creative Commons

Axel Tuanzebe, almeno a detta di moltissimi media, può ormai essere considerato un nuovo calciatore del Napoli. Il suo arrivo nella squadra di Spalletti servirà per occupare il posto lasciato vuoto dall’addio anticipato di Kostas Manolas, tornato all’Olympiacos, nella sua patria greca.

Il difensore centrale arriva in prestito secco dal Manchester United, in un affare molto low-cost che sembra essere dettato più dall’esigenza del momento che dalla reale convinzione della dirigenza.

Il direttore sportivo Cristiano Giuntoli infatti avrebbe preferito di gran lunga Min Jae Kim, difensore sudcoreano del Fenerbache. Alla richiesta del prestito del giocatore però, il club turco ha risposto negativamente, avendone acquistato il cartellino appena quest’estate per 3 milioni di euro.

A certificare la poca convinzione del club nell’acquistare il difensore centrale di proprietà del Manchester United vi è anche il tipo di operazione conclusa: il Napoli infatti ha acquistato il giocatore in prestito secco al costo di circa 500 mila euro, senza alcun diritto di riscatto.

Ovviamente la speranza è che Axel Tuanzebe possa dimostrarsi affidabile da qui a fine stagione, in modo da completare il reparto sia quantitativamente che qualitativamente. Poi per il futuro il club partenopeo dovrà nuovamente provvedere all’acquisto di un difensore centrale, una volta terminato il periodo di prestito del calciatore.