Napoli, ufficiale la rescissione di Sokratis con l’Arsenal: nuovo affondo di Giuntoli?

0
Fonte: Google Contrassegnata per essere riutilizzata

La notizia arriva come il più classico dei fulmini a ciel sereno. Sokratis Papastathopoulos rescinde consensualmente il contratto che lo legava all’Arsenal fino al 2022 e diventa l’obiettivo più caldo di questo calciomercato invernale. Il difensore greco, ai Gunners dal 2018, conclude la sua esperienza in Premier League dopo aver giocato in stagione soltanto due match con la rappresentativa under 23 del club. La news arriva dopo un summit tra la dirigenza della squadra e gli agenti del giocatore, proprio come dichiarato dall’account Twitter dell’Arsenal solo un’ora fa.

Sokratis Papastathopoulos diventa lo svincolato di lusso su cui il Napoli è pronto a lanciarsi con un blitz immediato per staccare la concorrenza di Lazio, Betis e Olimpyakos, tre delle squadre più interessate all’ex Dortmund. La possibilità di aggregare alla rosa di Gattuso il forte centrale greco è davvero ghiotta e arrivare secondi sarebbe un boccone davvero indigesto da mandar giù. Tra l’altro, è noto che Gattuso apprezza molto il difensore greco.

Inoltre l’arrivo di Sokratis in squadra metterebbe fine a tutte le ansie che avvolgono il gruppo azzurro, attanagliato dalla paura di perdere a fine stagione Nikola Maksimovic.

Il Napoli riuscirebbe in un solo colpo a irrobustire la propria difesa con un giocatore forte fisicamente e con tanta esperienza internazionale e allo stesso tempo non dover rincorrere il pari ruolo serbo che continua a rilanciare all’insù il prezzo del suo rinnovo e l’accordo è un miraggio. In più, al momento in squadra c’è Amir Rrahmani che non dà molte garanzie, come alternativa agli intoccabili Manolas e Koulibaly.

Per Papastathopoulos non si tratterebbe di una premiere in Italia. Il difensore cresciuto nell’AEK Atene, infatti, ha già assaggiato il nostro campionato dal 2008 al 2011, vestendo le maglie di Genoa e Milan prima di passare al Werder Brema per poco meno di 4 milioni di euro. Evidentemente l’aria tedesca pare abbia fato bene al greco che da quel momento ha stregato Bundesliga prima e Premier League poi con il suo temperamento e la sua forza fisica.