Da Caivano a Napoli, usavano i bambini per spacciare

0
droga

I bambini venivano usati come corrieri, la droga viaggiava tra le province di Napoli e Caserta.  I carabinieri di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, hanno scoperto un’associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Decine di persone sono state arrestate.

Il traffico di droga partiva dalle provincie, in particolare da Caivano, poi tramite dei corrieri si diffondeva in tutto il territorio napoletano. Le sostanze stupefacenti venivano occultate su persone o in veicoli utilizzando minori per eludere i controlli. La maggior parte degli arrestati, infatti, proveniva dal famigerato Parco Verde di Caivano, piazza di spaccio del Napoletano. Alcuni familiari delle “vittime” hanno seguito gli agenti di polizia fino al comando e hanno iniziato a prendere a calci e pugni il cancello di ingresso. Bestemmie e sputi sono volati verso giornalisti, agenti e fotografi. Una donna è riuscita anche a eludere i controlli e si è diretta nel cortile inveendo contro i giornalisti e carabinieri ma è stata subito bloccata e riportata all’esterno.