Napoli-Verona: 2-0 Marika Fruscio dixit

0

Era un match da vincere  e Sarri l’ha fatto da subito capire, schierando i titolarissimi. Non è stata una partita semplice anche perchè il Verona ha saputo difendersi bene dimostrandosi una squadra compatta e solida.

Gli azzurri hanno giocato bene, come vuole Sarri. I passaggi veloci, le giocate di prima e gli scambi rapidi hanno messo in difficoltà l’Hellas che si è messa subito sulla difensiva, pressando alto ed alzando un muro a tratti invalicabile.

Ed è stata proprio questa barricata a creare problemi al Napoli che, nel primo tempo, non riesce a trovare l’imbucata giusta. Le occasioni che i partenopei hanno creato non hanno trovato la giusta finalizzazione ed i tentativi di Insigne e Mertens peccano di precisione. Nonostante le ottime intese avanti, il Napoli non riesce a trovare la via del goal. Si riconferma la difficoltà degli azzurri di sbloccare le partite.

L 1-0 il Napoli lo trova con Koulibaly che sotto rete ci mette fisico, elevazione e testa. I giallo-blu fanno fatica a reagire anche perchè il Napoli si esalta su ogni palla e tiene sempre il pallino del gioco.

Gli azzurri non danno punti di riferimento e spaziano da destra a sinistra su tutto il fronte offensivo. Callejon sigla il raddoppio dopo un lungo digiuno, sfruttando un assist perfetto di Insigne. Non basta la reazione di Kean e Pazzini che ci provano ma sono sterili e ben marcati.

La palla più insidiosa l’ha sui piedi Jorginho nel finale ma è bravo Nicolas a negare l’esultanza all’italo-brasiliano. Il Napoli rimane cosi in testa alla classifica e può godersi la pausa campionato con i nervi più rilassati.