Nasce Convy.it – Il portale dove l’offerta dei Fornitori, incontra la domanda dei Clienti

0

Da oggi, le imprese che intendono sviluppare il proprio business possono servirsi di un nuovo strumento semplice e diretto dove l’offerta dei Fornitori incontra la domanda dei Clienti. Si tratta di Convy.it, il nuovo portale pensato per offrire un’assistenza immediata e gratuita a chi produce e distribuisce beni e a chi deve poterne disporre.

Siamo venuti a conoscere l’ideatore e responsabile del progetto, Raffaele Iovino, un giovane professionista impegnato, da oltre 12 anni, nella consulenza finanziaria rivolta sia ai privati che alle aziende.

Come nasce l’idea Convy.it?”

Convy.it nasce dalla consapevolezza, acquisita attraverso l’esperienza diretta sul campo, che troppo spesso le piccole e le medie imprese non riescono a giovarsi pienamente degli strumenti commerciali e finanziari che possono contribuire ad incrementare i loro fatturati. Abbiamo così deciso di offrire un servizio online dove i Fornitori possono rendere disponibili i loro beni ed i Clienti possono decidere se acquistarli o noleggiarli. A questa opportunità, aggiungiamo una consulenza finanziaria a 360° con l’obiettivo di trasformare le reali esigenze delle imprese, in Soluzioni personalizzate.”

Di quali professionalità si compone il team?”

Mi fa piacere ricevere questa domanda perché mi dà modo di sottolineare l’importante lavoro di squadra che ha permesso la realizzazione di un sogno coltivato per anni e colgo l’occasione per ringraziare i consulenti, i commerciali, gli operatori telefonici, i tecnici per la professionalità con cui portano avanti questo ambizioso progetto. Si tratta di competenze trasversali unite dalla passione per un lavoro complesso e, allo stesso tempo, stimolante.

Il team è composto da giovani professionisti mossi dalla volontà di contribuire alla crescita economica di tutti gli imprenditori che, con determinazione, investono sul futuro delle loro imprese. E a chi ci dice che il futuro non esiste più, a noi piace rispondere che allora, ce lo costruiamo da soli!”