L’incredibile storia della donna che si nutre solo di luce: ecco come farebbe

0
solariani
Fonte Pixabay

Nel corso degli anni ne abbiamo sentite davvero di tutti i colori. All’inizio furono i vegetariani a piombare nelle nostre vite con l’assoluta certezza che una dieta che escludesse carni e derivati animali avrebbe fatto bene al fisico e al mondo. Poi ci fu chi si spinse un gradino più in là, praticando lo stile vegan, ma ancora non avevamo visto tutto. Venne così il tempo dei “fruttariani” e poi anche dei “melariani” con visioni sempre più estreme sull’alimentazione legate a conoscenze ancestrali e altre straordinarie amenità di stampo new age. Finita qui? Neppure per sogno, perché oggi tale Naveena Shine ha voluto mettere la parola fine alla gara delle diete più originali, eliminando di fatto ogni tipo di cibo e sostituendolo con una, non si sa quanto, appagante abbuffata di luce.

Si mangia solo luce. Unica regola di un regime alimentare che segna il definitivo addio ad ogni apporto calorico dato da cibo, sia esso di natura animale o vegetale. Poche regole per un’esistenza migliore – dice lei – che per quasi cento giorni ha soltanto “mangiato” quello che lei identifica con la luce ma che ha molto più a che fare con una strana e non meglio identificata entità misteriosa (che fa un baffo ad alieni e grigini).

Naveena, a riprova della sua buona fede ha installato in casa una serie di telecamere che la filmassero in questo esperimento, che si è concluso soltanto di recente. Il risultato? A quanto dichiara lei e chi l’ha seguita, l’arzilla sessantacinquenne sarebbe riuscita a sopravvivere senza toccare alcun alimento che non sia appunto questa “luce”. Unica eccezione all’astensione più totale dal cibo qualche bicchiere di tè e acqua, sorbiti giusto per non morire di sete.

Durante tutto l’esperimento la donna informava i suoi adepti circa il suo stato di salute e di come procedessero le cose. Al 44esimo giorno, ad esempio, così sintetizzava il suo stato: “Mi sento ancora molto bene. Il dimagrimento sta rallentando e tutto sembra a posto. Tuttavia, non ho ancora prove che sto effettivamente vivendo di luce e potrebbe benissimo essere una lenta fame“.

Ebbene oggi, a pochi giorni dalla fine del suo esperimento, la signora Shine ha ammesso di aver perso ben 30 libbre (circa 13 chilogrammi) ma non per questo di sentirsi male. “Ho un aspetto sano, mi sento in salute, sprizzo energia. Nessuna di quelle terribili previsioni che le persone dicevano sarebbero accadute è accaduta”. La sfida dei cento giorni si è conclusa con qualche settimana di anticipo lasciando il dubbio sull’effettiva possibilità di nutrirsi soltanto di luce. L’esperimento di Naveena ad oggi sembra aver ispirato oltre 50 mila persone in tutto il mondo, che seguono il suo consiglio e si fan chiamare “solariani”. Entrare nel gruppo è semplice. Rimanerci, invece, potrebbe essere un serio problema.