Nazionale, Inghilterra-Italia 1-1: Apre Vardy chiude l’attaccante del Napoli Insigne

0
L'attaccante Lorenzo Insigne dopo il goal del 1-1 in Inghilterra-Italia

Al Wembley termina con un pareggio l’amichevole tra L’Inghilterra e L’Italia. Nel primo tempo Jamie Vardy ha aperto la partita. Poi nella ripresa l’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne pareggia i conti battendo dagli undici metri il portiere inglese Butland.

La partita parte subito forte con l’Italia che ha due occasione per passare in vantaggio con l’attaccante Ciro Immobile il quale ne approfitta di due ingenuità dei due centrali inglese Stones e Walker. Ma l’attaccante della Lazio fallisce entrambe le opportunità. Dopo appena 2’ la Nazionale di Di Biagio si riaffaccia ancora una volta nell’area di rigore inglese ancora una volta con il numero 17 azzurro il quale fallisce anche questa occasione. Però fino al 22’ della prima frazione di gara è un dominio assoluto degli azzurri con la Nazionale dei tre leoni costretti a restare nella propria metà campo nonostante l’occasione avuta con Vardy. Prima del “blocco psicologico” dell’Italia come contro l’Argentina appena tre giorni prima a Manchester, assistiamo ad un déjà vu da parte del capitano Leonardo Bonucci (in assenza di Gigi Buffon sostituito da Gigi donnarumma) che nel ruolo di regista (come spesso faceva ai tempi della Juventus) mette un pallone invitante per l’attaccante napoletano Lorenzo Insigne, quest’ultimo però non riesce a cogliere un’altra buona occasione per gli uomini di Di Biaggio. Un vero peccato…  appena passano i primi 20’ del primo tempo, ecco che l’Italia “sparisce” clamorosamente dal campo e la Nazionale di Gareth ne approfittano tanto che al 26’ passano in vantaggio con il numero nove del Leicester Vardy che spiazza “Gigio” Donnarumma. È un dominio inglese fino al termine del primo tempo. L’Italia si affaccia solo una volta nelle zone di Butland con il centrocampista Parolo che però calibra male il tiro facendolo terminare fuori.

La ripresa comincia come è terminato il primo tempo con L’Inghilterra che prova il raddoppio con l’esterno Young prima e Sterling poi. L’Italia non ci sta tanto che prova la reazione con il solito Immobile ancora una volta impreciso sotto porta. Tra il 55’ e il 64’ assistiamo a una giostra di sostituzione per entrambi i ct: per gli inglesi entrano Rose e a Lallana al posto di Trippier e Chamberlain; invece nell’Italia entrano Federico Chiesa (titolare invece contro L’Argentina) e Andrea Belotti al posto dell’esterne dell’Inter Candreva e dell’attaccante della Lazio Ciro immobile. Nei minuti successivi il commissario tecnico Southgate Gareth manda in campo Rashford e Cook al posto di Vardy e Lingard. Nei minuti successivi l’Italia fallisce ancora una buona opportunità di riportare in equilibrio la gara con il numero dieci azzurro Lorenzo Insigne (servito da Jorginho) prima e il “gallo” Belotti, quest’ultimo sotto porta non riesce ad agganciale un ottimo pallone del centrocampista Jorginho. Finalmente la gara torna in equilibrio grazie all’esterno partenopeo Lorenzo Insigne sugli undici metri (grazie al VAR dopo che l’arbitro è andato a rivedere un fallo commesso da Walker ai danni di Federico Chiesa all’interno dell’area di rigore dell’Inghilterra). Nel finale gli azzurri provano il colpaccio provandola a vincerla, ma a Londra la sfida tra Inghilterra e Italia termina 1-1.

La trasferta inglese della nostra Nazionale termina con una sconfitta contro l’Argentina (uscita sconfitta al Wanda Metropolitano contro la Spagna) e un pareggio contro l’Inghilterra grazie al rigore procurato dall’esterno della Fiorentina Federico Chiesa. L’Italia quindi torna a casa, nell’attesa di scoprire chi sarà il nuovo commissario tecnico, (sarà svelato il prossimo 20 maggio) ritornando al goal dopo tre partite (l’ultimo a segnare fu Candreva contro l’Albania durante le qualificazioni Mondiali).