NBA, alla scoperta dei nuovi Boston Celtics

0

Tra un mese circa inizia nuovamente la Regular Season NBA 2016/2017 e tutte le squadre in questi giorni stanno svolgendo i loro Media Day presentando i nuovi acquisti e il 2 ottobre invece inizierà la pre-season. In quest’articolo andremo all’analisi dei prossimi Boston Celtics che hanno chiuso la scorsa stagione al quinto posto nella Eastern Conference con un record di 48-34 con 105.71 punti di media a partita. La loro corsa ai Playoffs si è fermata subito al primo turno contro gli Atlanta Hawks che hanno avuto la meglio per 4-2.

PRINCIPALI MOVIMENTI – Il maggior ingresso della squadra è stato quello di Al Horford proprio dagli Atlanta Hawks, nel mercato dei Free Agent, pedina che può aggiungere molta esperienza a questa franchigia. Il Draft 2016 era molto importante in virtù della terza scelta assoluta, e con qualche sorpresa la squadra del Massachusetts ha selezionato Jaylen Brown, l’ala piccola da University of California che ha chiuso l’ultima NCAA con 14 punti di media. Tra le uscite significative quella di Evan Turner da Free Agent, andato ai Portland Trail Blaizers.

PROIEZIONE – Con questi presupposti, ovvero uno dei migliori FA in circolazione draftato, e Isaiah Thomas che quest’anno dovrebbe finalmente consacrarsi come top player, si può sicuramente fare bene e la squadra sembra migliorata rispetto l’anno scorso. Il probabile quintetto segnalato da ESPN è composto da Amir Johnson centro, Al Horford ala grande, Jae Crowder ala piccola (con il gioeillino Brown pronto a giustificare la scelta al draft), Isaiah Thomas e Avery Bradley guardie. Le importanti uscite dalla panchina saranno quelle di Marcus Smart. In definitiva i Boston Celtics di Brad Stevens devono assolutamente raggiungere i Playoffs probabilmente ripetendo il piazzamento dell’anno scorso o migliorandolo di una posizione nella migliore delle ipotesi.