Nedved scommette sulla Juve: “La rimonta scudetto non è impossibile. C’è un precedente”

0

La Juve riparte. La vittoria con il Bologna ha restituito nuova linfa a tutto l’ambiente bianconero. Ora si può cominciare a scalare seriamente la classifica, magari sognando ancora quel primo posto che dista dieci punti e che non appare più una chimera come qualche partita fa. Un sogno che non sembra essere più tale, considerando anche l’organico a disposizione, che rimane comunque competitivo e di primissimo livello, nonostante tutto. Ad alimentare la speranza c’è anche un illustre ex Juve come Pavel Nedved, oggi consigliere d’amministrazione. Lo scudetto non è impossibile, come da lui sottolineato nel corso di questa intervista: “E’ stato bello vincere lo scudetto del 2002 con quella rimonta, che si potrebbe ripetere anche quest’anno, perché no. Non ci dobbiamo pensare, però: adesso c’è l’Inter, che è una grande squadra, e lo scudetto è una cosa lontana. Siamo in ritardo, ora non ha senso pensarci. Non ho mai pensato di dimettermi, ho fatto un lavoro importante per la federazione ceca e sono felice se posso dare un mano al mio calcio, ma io sto bene alla Juve. E’ tutto tranquillo, anche in sede. La squadra è forte, Marotta e Paratici hanno fatto un ottimo lavoro. Dobbiamo soltanto rimanere tranquilli. Sono stati presi giocatori di grande valore. E con noi c’è ancora Pogba: è giovane e io gli dico sempre che deve essere meno bello e più concreto. Caceres ha sbagliato ed è giusto che paghi. Non so quando verrà reintegrato”. Nedved fa la sua scommessa. Sta alla Juve renderla vincente.