Netflix: come nasce la migliore strategia per attrarre nuovi utenti

0
fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Netflix è un servizio innovativo: è dotato di un catalogo più che coinvolgente, con il giusto mix tra prodotti d’epoca e costanti novità. Si è fatto strada e ora domina lo streaming on demand. Allo stesso modo, sono tante le aziende che imitano tale strategia: tra giochi, videogiochi e ristorazione, sembra che sorprendere e incuriosire i propri fan sia sempre una delle scelte più giuste da compiere.

La formula vincente di Netflix: tra nostalgia e novità

La piattaforma di streaming online on demand Netflix sta registrando un successo dopo l’altro: tra la crescita del numero degli utenti (oltre 125 milioni in tutto il mondo, dei quali più di 57 milioni solo negli Stati Uniti) e un fatturato per il 2018 che ha superato i 15 miliardi di dollari, si è imposta come leader tra i servizi che offrono streaming di film e serie TV. Ma qual è il motivo per il quale gli utenti preferiscono Netflix agli altri servizi e alle altre modalità di fruizione di contenuti video online con abbonamento? La risposta è da individuare nel punto di forza della piattaforma: un catalogo completo, con titoli di ogni genere e, soprattutto, aggiornato spessissimo. Ogni mese vengono infatti aggiunti nuovi film e serie TV: non solo classici e cult, ma anche contenuti originali prodotti dalla compagnia stessa. Nell’ultimo periodo Netflix ha aggiunto al proprio catalogo due celebri serie del network televisivo americano NBC, trasmesse negli anni ’90: “Friends” (1994 – 2004) e “Willy, il principe di Bel Air” (1990 – 1996): entrambe hanno riscosso un successo straordinario all’epoca e continuano ad essere molto apprezzate anche al giorno d’oggi. A queste scelte vintage vanno sommate anche le grandi produzioni contemporanee disponibili a partire dall’estate 2019, come la terza stagione di “Stranger Things” e la settima e ultima stagione di “Orange is the new black”, entrambe ideate da Netflix, di grande richiamo per gli utenti già registrati ma anche per i nuovi iscritti, che iniziano così ad utilizzare il servizio offerto da Netflix grazie alle interessanti scelte di distribuzione dell’azienda.

Unsplash.com

L’importanza del catalogo giusto: dallo streaming all’intrattenimento

Un catalogo ricco e in grado di accontentare i gusti di tutti è fondamentale: per questo motivo Netflix è stata capace di attrarre un numero di iscritti sempre maggiore e mantenere il livello di soddisfazione per i propri prodotti molto alto. La strategia di aggiornarlo costantemente non può che rivelarsi vincente: non solo l’utente è spinto ad iscriversi per fruire di contenuti esclusivi in maniera pratica e comoda, ma anche a rimanere iscritto grazie ai continui aggiornamenti (sia di materiale innovativo che di cult vintage). Lo stesso tipo di dinamica è presente in tante altre attività: basti pensare ai game provider digitali come Betway Casinò per esempio, che accrescono il proprio catalogo costantemente tramite l’aggiunta sia di nuovi giochi che grandi titoli del passato: tra i più nuovi “Game of Thrones” e l’ultimo capitolo della saga dell’eroina dei videogiochi Lara Croft “Lara Croft: Temples and Tombs” e grandi nomi come “Gonzo’s Quest” e “Immortal Romance”. Lo stesso principio guida anche il concetto dietro Steam, la piattaforma digitale della casa produttrice Valve, che mette a disposizione dei propri iscritti titoli sempre aggiornati di videogiochi, o addirittura in anteprima come “Lost Region” e “Starfighter: Infinity”, ma anche grandi giochi del passato come “Team Fortress 2” e “Heroes and Generals”.

Unsplash.com

Prodotti contemporanei e grandi classici: l’equilibrio migliore

La formula dell’aggiornamento continuo senza perdere d’occhio i “grandi classici” è pertanto una strategia vincente: lo dimostrano il successo di Netflix e dei servizi digitali come game provider e piattaforme di gioco online, ma anche altre attività “tradizionali” che hanno scelto di adottarla. Un esempio tra i più riusciti è quello della catena di ristorazione italiana Panini Durini: oltre all’offerta del menu di base, comprendente panini e toast tra i più noti e amati in tutta Italia. Ogni mese vengono aggiunti ai prodotti disponibili nuovi panini, in base alla stagionalità degli ingredienti, acquistabili solamente per un breve periodo di tempo e poi sostituiti da altri. La dinamica di aggiornamento e dell’offerta rimane la stessa, anche perché uno dei fattori che più pesa in questi modelli di marketing è la curiosità: gli utenti e i consumatori sono costantemente stimolati da nuovi prodotti, sempre più interessanti, ma anche dalla rassicurante presenza di “grandi classici”, siano essi film d’epoca o ricette tradizionali. Un altro indizio a favore di tali scelte di marketing? Il fatto che Netflix non sia l’unica azienda a proporre contenuti grazie allo streaming on demand: dal 2008, anno di espansione in questo ramo da parte della compagnia (che era comunque stata fondata nel 1997), i servizi che offrono questo genere di prodotto commerciale sono aumentati, sia in Italia che all’estero. NowTV, Hulu, Sky Go e tante altre piattaforme online sono già presenti e ben radicate in questo campo, e a breve è atteso anche il debutto di servizi di streaming di canali specifici come Disney e il network americano HBO, che ha annunciato il lancio del nuovo servizio HBO Max per la primavera del 2020.

Variare la propria offerta e mantenerla costantemente aggiornata è una strategia vincente: dal primato di Netflix a tutte le altre compagnie che utilizzano gli stessi metodi, è evidente come tenere sempre viva la curiosità dell’utente sia un punto fondamentale per una buona strategia di marketing.