Nizza, attentato a Notre Dame: tre vittime. La Francia riattiva lo Stato emergenza attentati

0

Torna l’incubo del terrorismo in Francia: un brutale attacco si è verificato in queste ore a Nizza, nei pressi della chiesa di Notre-Dame, dove secondo la polizia il bilancio attuale sarebbe di 3 morti e diversi feriti.

LE VITTIME – Le vittime dell’attentato sono due donne e un uomo: le due persone morte all’interno della cattedrale sarebbero state “sgozzate” o “decapitate“, secondo le diverse fonti, mentre una terza vittima, una donna, si è rifugiata in un bar vicino alla chiesa, dove è morta poco dopo a seguito delle ferite riportate.

AVIGNONE E GEDDA- Fonti di polizia citate dall’agenzia France Presse riferiscono che sarebbe stato fermato l’autore dell’attacco: l’assalitore si chiamerebbe Brahim e ha parlato in arabo alla polizia che lo ha neutralizzato. In ospedale avrebbe dichiarato di aver agito da solo, stando a quanto riportato dai media francesi tra cui Le Parisien e Le Monde, ma nelle stesse ore ad Avignone la polizia ha ucciso un uomo armato di coltello che aveva tentato di attaccare i poliziotti che si trovavano per strada. Al momento dell’agguato, l’uomo avrebbe gridato: “Allah Akbar”. Nella stessa mattinata una guardia è stata ferita a Gedda, in Arabia Saudita, mentre era in servizio fuori dal consolato francese.

ALLERTA ANTI-TERRORISMO – Sul luogo dell’attentato è arrivato anche il presidente francese Emmanuel Macron. La Francia ha riattivato lo stato d’emergenza attentati e il ministro dell’Interno, Gérald Darmanin ha inviato un telegramma ai prefetti in tema di rafforzamento della sorveglianza dei luoghi di culto.  Il primo ministro francese, Jean Castex, ha annunciato che sarà varato subito il piano “Vigipirate” di allerta antiterrorismo in tutto il paese al suo “massimo livello”, quello denominato “attentato imminente”. Castex, riferendo sull’attentato di Nizza dopo aver sospeso la seduta sull’instaurazione del lockdown per recarsi alla cellula di crisi al ministero dell’Interno, ha detto che “la risposta della Francia sarà ferma, implacabile e immediata“.

LA POLITICA ITALIANA –  “Il vile attacco che si è consumato a Nizza non scalfisce il fronte comune a difesa dei valori di libertà e pace. Le nostre certezze sono più forti di fanatismo, odio e terrore. Ci stringiamo ai familiari delle vittime e ai nostri fratelli francesi. Nous Sommes Unis!“. Ha dichiarato il premier Giuseppe Conte sui propri canali social. “L’Italia esprime profondo cordoglio per il barbaro attentato di Nizza. Siamo vicini al popolo francese e al dolore delle famiglie delle vittime. L’Italia ripudia ogni estremismo e resta al fianco della Francia nella lotta contro il terrorismo e ogni radicalismo violento“, queste le parole del ministro degli Esteri Luigi Di Maio.