No Expo, Fedez contro i violenti: “E’ uno scempio, non una protesta”

0

Mentre Milano è ancora sotto sopra per gli attacchi di ieri, causati da alcuni manifestanti  del corteo No Expo, c’è chi, tra le celebrità, si schiera contro la violenza e i soprusi, ai danni della capitale meneghina. Stiamo parlando di Fedez, che ieri  ha espresso la propria opinione su Twitter: ” Quello che sta succedendo a Milano trascende qualsiasi giustificazione. Ieri era protesta legittima oggi è scempio. Mai esaltato la violenza!”.

Una risposta chiara e decisa, quella del rapper, nei confronti di chi lo criticava per aver difeso le ragioni della protesta dei No Expo.

A difendere il collega ci ha pensato J-Ax, che sul suo profilo Facebook, ha commentato la vicenda: “Oggi Milano sta sanguinando per colpa di qualche centinaio di utili idioti venuti da tutta Europa che aiuteranno, con la loro violenza, proprio quell’expo che pretendono di protestare. Ma la nostra protesta, quella di noi gente normale, rimane etica, pulita e non violenta. E continuerà”. “Oggi – ha agggiunto  Ax- “è la festa del lavoro e volevo ricordare chi di lavoro ancora oggi ci muore, come Klodian Elezi. Lavorava al cantiere della Teem, per la futura tangenziale esterna di Milano. Uno dei tanti lavori in corso per l’EXPO. La società per cui lavorava è coinvolta nelle indagini sulla ‘ndrangheta in Lombardia. Ma nessuno ne parla, perché non è trendy. Klodian aveva 21 anni: è morto di Expo”.