“Non sarà multato perché è il pupillo del presidente”, sul web si diffonde la fake news sul Napoli

0
Aurelio De Laurentiis e l'ammutinamento, fonte Flickr
Aurelio De Laurentiis chiamato a rispondere all'ammutinamento degli azzurri, fonte Flickr

Aurelio De Laurentiis ha deciso di usare il pugno duro dopo l’ammutinamento dei calciatori del Napoli. La decisione di interrompere il ritiro e andare contro la decisione della società non è andata giù al numero uno azzurro che, ha pensato bene di comminare una multa importante a tutti coloro che si sono resi protagonisti di tale evento.

I giocatori più sanzionati sono i leader della squadra, quelli che percepiscono uno stipendio più alto: Koulibaly, Insigne, Mertens, Callejon ed Allan. Proprio quest’ultimo è finito nel mirino di Aurelio De Laurentiis dopo lo scontro con suo figlio, Edo De Laurentiis.

L’unico giocatore che non riceverà una raccomandata da parte del presidente è Malcuit. Quest’ultimo, infatti, è infortunato e non poteva prendere parte al ritiro imposto da parte del presidente.

Sul web, già erano iniziate a circolare alcune voci. In molti, infatti, avevano dubitato circa la multa ad un calciatore. Maurizio F. scrive: “Io penso che Lozano la passerà liscia perché è il pupillo di De Laurentiis e del mister“, Marco I. aggiunge: “Sicuramente Lozano la farà franca, questo spiegherebbe i dissapori della squadra“.

Si tratta, ovviamente, di una fake news diffusa sul web da parte di alcuni tifosi napoletani. Ad essere multata, infatti, è stata tutta la squadra, Lozano compreso. Solo Malcuit non riceverà alcuna multa a causa del terribile infortunio subito qualche settimana fa. Aurelio De Laurentiis, quindi, è stato di parola. Oltre a questo, il presidente sta pensando di intentare una causa a tutta la squadra per danno ai diritti d’immagine. L’ammutinamento, quindi, potrà costare oltre 8 milioni di euro alla squadra partenopea.