Nuovo DPCM, per contrastare la varianti ipotesi lockdown nazionale

0
Mondo pandemia. Foto da Google Contrassegnata per essere riutilizzate.

Tra meno di quindici giorni il Governo di Mario Draghi sembra impegnato nella stesura del nuovo DPCM. Il cinque marzo, infatti, scadrà l’ultimo decreto varato da parte del suo predecessore, Giuseppe Conte, e per questo sarà necessario adottare nuove regole per contenere la pandemia da Coronavirus.

Secondo le ultime indiscrezioni non vi dovrebbero essere molti cambiamenti, con l’esecutivo pronto a confermare la divisione delle Regioni in tre diverse colorazioni.

La novità, però, potrebbe riguardare un lockdown sull’intero territorio nazionale nel caso in cui la situazione dovesse precipitare a causa delle varianti presenti sul nostro territorio.

Il Governo, quindi, confermerà la maggior parte delle misure attualmente in vigore ma si riserverà la facoltà di bloccare immediatamente il Paese.

Quella del lockdown è una decisione già adottata in altre Nazioni dell’Unione Europa per contrastare il sopravvento della variante inglese. Anche l’Italia, visto l’aumento dei contagi, potrebbe presto optare per una chiusura come accaduto durante il periodo natalizio.