giovedì, Luglio 25, 2024
HomeCronaca"Ogni spostamento può far ripartire il contagio": l'avviso del CTS

“Ogni spostamento può far ripartire il contagio”: l’avviso del CTS

Il periodo natalizio è per ora colmo di incertezze. Tra possibili deroghe e divieti, il CTS avverte che ogni spostamento rappresenta un forte rischio di peggiorare la situazione epidemiologica attuale.

RISCHIO ANCHE A TAVOLA – A parlare è Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria e membro del Cts. Quest’ultimo, durante un’intervista per il quotidiano “Il Messaggero”, afferma che: «Bisogna fare i conti con la realtà. Oggi ogni assembramento è un rischio e spostarsi da una regione all’altra può far ripartire il contagio».

Ogni assembramento e ogni spostamento quindi, come anticipato prima, persino a tavola per il cenone di Natale nonostante: «Se si sta a tavola mantenendo il distanziamento di un metro non cambia molto che si stia in tre o in 8. Ma come si fa a valutare o ad imporlo se qui non si è neppure capito che il problema non è passeggiare in sé ma assembrarsi a Ponte Milvio, sul lungomare di Napoli o a Milano? Servirebbe più educazione sanitaria».

Una situazione particolarmente ostica. Questo anche perché, come spiega lo stesso Villani: « […] in Italia c’è ancora chi contesta l’uso della mascherina». Difficile dunque fidarsi della buona volontà dei cittadini.

EVENTUALI DEROGHE – Il tutto si fa ancora più difficile nel caso di eventuali deroghe autorizzate dallo Stato. Deroghe per la messa di Natale, visitare i parenti malati o appunto per banchettare insieme a famiglia ed amici. A riguardo il membro del CTS dice: «Sulle deroghe vedremo, quando le presenteranno al Cts capiamo cosa si sta cercando di fare. Però è chiaro che possono essere un rischio perché è impossibile trovare misure che siano universalmente valide per tutti. Purtroppo – conclude Villani – si fa fatica a capire ancora che il virus si diffonde facilmente».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME