Ordinanza Campania, De Luca: “Regione non obbligata ad aspettare l’arrivo della zona rossa”

0
Fonte: Wikipedia Commons

Intorno alla Regione Campania è scoppiato un vero e proprio caso, con il Governo che ha deciso di impugnare l’ordinanza di Vincenzo De Luca sulla chiusura delle scuole e vincendo il ricorso al Tar.

Nelle ore successive alla decisione, il governatore campano ha spiegato le motivazioni di tale decisione: “Rispetto alla zona rossa io credo che una Regione non sia obbligata ad aspettare di arrivare prima in zona rossa, cioè prima alla drammatizzazione del contagio, per prendere misure preventive“.

Noi da sempre abbiamo una linea diversa: riteniamo che le decisioni si debbano prendere prima che sia esploso il problema, non quando è esploso. Ho trovato la conferenza stampa di Draghi insopportabilmente demagogica“.

L’obiettivo di Vincenzo De Luca era quindi anticipare misure da zona rossa per evitare di finire in zona rossa tra qualche settimana. È facile, quindi, aspettarsi decisioni severe nei prossimi giorni, decisioni da massima allerta.

De Luca ha infine concluso: “Oggi avremo scuole nelle quali i bambini sono senza mascherina, perché le Ffp2 nel frattempo non sono arrivate, e mi dicono che i bambini delle elementari sono stati costretti a stare in classe con le finestre aperte, i cappotti addosso e i cappelli in testa“.