“Ormai sono una Milf” di Angelo Pintus

0

Angelo Pintus torna con un nuovo spettacolo “Ormai sono una milf”. Il comico esploso a Colorado nel 2009 si mette in gioco con questo nuovo spettacolo e tornando dopo l’enorme successo di “50 Sfumature di…Pintus”.

pintus

Il termine “milf” sta per quelle mamme, e più in generale quelle signore, che nonostante l’età non freschissima, interessano assai ai giovanotti. Insomma, le eredi di Mrs Robinson, la splendida Anne Bancroft che faceva girare la testa al povero Dustin Hoffman ne «Il laureato». Un classico. Anche quando è più uno stato mentale che effettivo, come ci racconta Angelo Pintus in “Ormai sono una milf”.

Le sue imitazioni di Mourinho, Valentino Rossi, Ibrahimovic e Bruno Pizzul restano indimenticabili e sono anche il suo portafortuna. È un periodo d’oro ma sembra una vita fa. Anche perché nel frattempo Pintus è letteralmente divenuto un fenomeno nazionale, oltre che un milanese d’adozione. Le sue tournée toccano le 150 date, è arrivato il debutto al cinema e perfino la controversa ospitata sanremese di febbraio. Dove forse non tutto è andato proprio come ce lo si era immaginato. Poco male, si ricomincia dal teatro. Partendo da una riflessione che ha fatto chiunque si avvicina agli anta: da bambini quando si vedevano gli amici quarantenni dei propri genitori, li si considerava dei vecchi.

Queste le parole del comico per spiegare lo spettacolo: “Ora, quando ci si guarda invece allo specchio, ci si sente ancora giovani e spensierati, in perfetta forma. E pazienza se in realtà non puoi più mangiare quello che mangiavi prima, se sei già troppo vecchio per fare parecchie cose, se dopo una notte di divertimenti si recupera molto (molto) più lentamente di prima. Credo che la gente percepisca che sul palco mi diverto e che racconto cose vere. Cose che tutti i giorni capitano anche agli spettatori, a qualsiasi età, che si abbiano o meno 40 anni come me. Lo spettacolo è il racconto del passaggio da un’età (l’adolescenza dei 15 anni) all’altra (l’adolescenza dei 40 anni). Ma sono racconti che tutti possono ascoltare, anche i bambini”.

PINTUS-MILF-2015