domenica, Luglio 14, 2024
HomeAttualitàPace fatta tra Fedez e il Codacons: il nuovo accordo per la...

Pace fatta tra Fedez e il Codacons: il nuovo accordo per la comunità di Taranto

Sembra quasi uno scherzo, ma non lo è: Fedez ha stretto un accordo con il Codacons per una causa umanitaria

Dopo anni di conflitti, accuse in tribunale e frecciate sui social Fedez e il Codacons hanno finalmente trovato un punto di accordo. Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, e il famoso rapper hanno deciso di collaborare per una causa comune, annunciando un’iniziativa che simboleggia un “nuovo inizio” all’insegna della solidarietà. Insieme, infatti, si impegneranno a sostenere la comunità di Taranto, afflitta dagli effetti devastanti dell’inquinamento industriale dell’ex Ilva.

L’annuncio di Fedez e del Codacons

L’annuncio, diffuso con una nota congiunta, arriva dopo anni di battaglie legali per diffamazione. Entrambi sembrano determinati a seppellire l’ascia di guerra per affrontare il problema dell’inquinamento a Taranto, sperando che questa sia solo la prima di molte iniziative benefiche congiunte. Anche se non tutti hanno gradito questo accordo giudicato una vera e propria “mossa di marketing”.

Fedez ha dichiarato: “È sconcertante che nel 2024, in un Paese come l’Italia, si debba scegliere tra il diritto al lavoro e la salute. Sarebbe interessante discutere se una parte dei fondi del Pnrr possa essere destinata a una riqualificazione dell’ex Ilva, poiché finora non sono stati fatti gli investimenti necessari. Mi hanno parlato di cumuli di amianto ancora presenti lì; è uno scenario distopico.

Pace fatta?

Il rapper ha spiegato che lui e il Codacons hanno deciso di porre fine ai contenziosi e di unire le forze per portare attenzione alla problematica di Taranto. La loro idea è utilizzare l’onda mediatica del loro incontro per combattere insieme. Oltre a questa collaborazione, Fedez ha fatto una donazione al reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Taranto, anche se questo gesto non rientra nel progetto principale. L’obiettivo comune è portare la questione il più possibile all’attenzione pubblica.

Alla conferenza ha partecipato anche Valerio Cecinati, direttore del reparto di Oncoematologia pediatrica dedicato a Nadia Toffa, che aveva supportato l’iniziativa del mini bar nel rione Tamburi, raccogliendo 500mila euro per il reparto stesso. Rienzi ha confermato che il Codacons ha presentato alla Corte d’Assise d’appello di Taranto una richiesta per raddoppiare la provvisionale riconosciuta nel processo “Ambiente svenduto”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Codacons (@codacons_official)

 

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME