sabato, Maggio 25, 2024
HomeCronacaPadova: in crisi di astinenza va a chiedere droga in caserma ai...

Padova: in crisi di astinenza va a chiedere droga in caserma ai carabinieri. Denunciato

L’altra sera, a Padova, un giovane in crisi di astinenza si è presentato in caserma chiedendo aiuto ai Carabinieri, ma questi – rifiutandosi di fornirgli una dose come chiedeva – lo hanno denunciato.

La vicenda ha avuto luogo lo scorso 2 aprile. Un 20enne padovano, ma originario della Moldavia, è entrato all’interno della Caserma di Prato della Valle apparentemente per sporgere una denuncia. O era questo ciò che aveva dichiarato all’entrata.

Si presenta in caserma e chiede ai carabinieri una dose di cocaina: era in astinenza e stava male

In realtà il giovane aveva ben altri obiettivi. Dopo aver spiegato di essere in crisi di astinenza e che non riusciva a trovare la droga da nessuna parte, ha chiesto al militare che lo aveva preso in carico di fornirgli una dose di cocaina.

Il ragazzo ha insistito minacciando di non andarsene finchè non gli avessero dato ciò che chiedeva. Era in uno stato evidente di alterazione psicofisica da astinenza e non riusciva a calmarsi.

Dopo diversi tentativi, il carabiniere è riuscito a farlo desistere. Solo a quel punto è intervenuto il personale della Sezione Radiomobile che ha riportato la situazione alla tranquillità. Tuttavia, una volta accompagnato negli uffici del NORM, il giovane avrebbe rifiutato di fornire le proprie generalità opponendosi all’identificazione. E’ stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria per resistenza e lasciato alle cure del 118 di Padova.

A chi rivolgersi in caso di astinenza da sostanze stupefacenti

In caso di crisi d’astinenza è fondamentale rivolgersi a un centro specializzato, pronto ad accogliere la persona e accompagnarla nel proprio percorso di riabilitazione come un Centro CTS.

La scelta tra un percorso ambulatoriale o in ospedale dipende dalle condizioni del paziente, il contesto in cui vive e il grado di dipendenza. Per alcuni pazienti, il percorso a domicilio può essere sufficiente, ma per altri il ricovero in una struttura specializzata può essere necessario per perdere il controllo della dipendenza psicologica e per proteggere il paziente dalla possibilità di accedere alla sostanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME