Pass interregionale, il nuovo modo di spostamento tra regioni

È in arrivo un pass che permetterà lo spostamento da una regione gialla ad una rossa o arancione e viceversa.

0
Future zone gialle, Pass interregionale, Possibile riapertura anticipata, Nuovi colori, 5 città, Nuovo cambio colore, Cambio colore, 6 regioni, Regioni a rischio
Italia, Fonte Creazilla

Considerata la riapertura anticipata al 26 aprile, nuove norme vedranno il giorno per contenere il COVID-19. Tra queste un pass interregionale. Un pass imprescindibile per qualunque spostamento in regioni a rischio.

“GREEN PASS NAZIONALE” – Il ritorno della zona gialla è soggetto a dibattito. Una parte della popolazione è contraria, mentre l’altra invece è particolarmente favorevole. Dopo lunghe settimane le scampagnate tra località con un indice basso di contagio, oltre ai pranzi e le cene, faranno finalmente il loro ritorno. Tuttavia se si intende viaggiare verso zone rosse o arancioni, esclusivamente sotto valida motivazione si intende, ci saranno misure precauzionali in più da rispettare. Nello specifico, il sopracitato pass interregionale, che autorizzerà chiunque lo possegga ad entrare ed uscire indisturbati dalle regioni più a rischio.

Non è ancora certo cosa ci dovrà essere scritto su tale documento. Si ipotizza una eventuale prova di vaccinazione, di guarigione dopo aver contratto il virus, o un tampone negativo recente. Una specie di “green pass nazionale”, che permetterà anche di assistere ad eventi sportivi e culturali.

TEMPISTICHE DI OGNI RIAPERTURA – Come anticipato la riapertura è prevista per il giorno 26 aprile, ma non per tutte le attività. Infatti alcune dovranno aspettare ancora qualche tempo. Le prime saranno musei, cinema, teatri e spettacoli dal vivo. Seguiranno le piscine, dal 15 maggio in poi e solo all’aperto. Il 1 giugno, invece, la consumazione di cibo e bevande nei ristoranti potrà avvenire anche al chiuso e non più solo all’aperto. Inoltre nella stessa data apriranno anche le palestre, con linee guida ben precise.

Ed infine, dal 1 luglio riapriranno fiere, terme, parchi tematici e congressi.