PaySafe organizza lo sbarco negli U.S.A dopo la pandemia

0

Il recente amplificarsi dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid 19 ha portato molti paesi del mondo a veri e propri sconvolgimenti sia in ambito aziendale che per quanto riguarda la vita di tutti i giorni.

Proprio a causa della pandemia, molte realtà hanno subito uno stop forzato e il mondo degli investimenti ha risentito in particolare il blocco di molte aziende e la loro conseguente mancata espansione. È questo il caso della britannica PaySafe che già da tempo aveva pianificato l’arrivo negli Stati Uniti per fornire servizi logistici di pagamento attraverso piattaforme online e siti di vario genere. Sfortunatamente per la compagnia con sede nel Regno Unito ed in altri paesi europei, il rapido diffondersi del Coronavirus ha portato un necessario slittamento dell’approdo oltre oceano, o almeno questo era lo scenario che si pensava sarebbe accaduto con l’accrescersi dei contagi nel paese a stelle e strisce. Fortunatamente il bisogno di riscatto di molte attività online anche negli Stati Uniti ha portato ad aumentare la richiesta di implementare servizi di pagamento digitale come per esempio Paysafecard, scongiurando quindi il fallimento nel tentativo di espansione.

La necessità di portare avanti le transazioni anche durante il lockdown è senza dubbio una questione che andrà affrontata con maggior attenzione in futuro, del resto sono molti i siti che hanno subito ritardi a causa del collasso dei server dovuto alle troppe connessioni in contemporanea. Anche il settore dei casinò online si è attrezzato per permettere nuove forme di pagamento, ecco quindi che sorgono numerosi casino con Paysafecard come quelli sul sito miglioricasino.com e come molti altri presenti in rete.

Tra i principali casino online che permettono di pagare utilizzando Paysafercard ricordiamo i principali come per esempio Betway, Casino888, William Hill, Unibet e SISAL. Tutti questi siti offrono un bonus di benvenuto ai giocatori che si registrano e cominciano a giocare. In molti casino è possibile giocare direttamente in modalità live e fare sì di essere sempre presenti ad ogni giocata e ad ogni possibilità di vittoria. Il sistema Paysafercard risulta particolarmente interessante data la sicurezza e la facilità nell’eseguire transazioni messa a disposizione dal sistema, che ormai funziona con successo da oltre vent’anni.

L’avvento di Paysafercard nel settore del gioco d’azzardo degli Stati Uniti sarebbe un vero e proprio successo, dal momento che sono anni che si sta preparando l’approdo dell’azienda che ha già conquistato l’Europa anche nel paese trainante dell’economia occidentale. Le soluzioni di pagamento approntate dalla dirigenza di PaySafe risultano ritagliate su misura anche per il pubblico americano, offrendo numerose alternative sia a livello bancario che per quanto riguarda gli acquisti. Da notare anche il fatto che PaySafe gestisce il portafoglio digitale del noto sistema di pagamento Skrill, la cui apertura negli Stati Uniti anche per pagamenti transfrontalieri è avvenuta di recente.

L’obbiettivo di Paysafecard sarebbe innanzitutto il supporto a tutte quelle piccole e medie imprese che durante la pandemia hanno riscontrato il bisogno di rendersi operative attraverso nuovi metodi di pagamento online, per esempio i fornitori di software e servizi legati al mondo digitale che stanno già implementando Paysafercard tra i propri sistemi di pagamento, per agevolare ulteriormente il processo di transazione. Seconod il CEO di PaySAfe Group Philip McHugh, la pandemia ha creato l’improvvisa necessità per molte realtà digitali di fare ancora più affidamento sulla tecnologia, attraverso sistemi sicuri e certificati. Questo sarebbe dunque uno dei motivi per cui il futuro ci porterà a rinunciare al circolo di denaro contante, così difficilmente rintracciabile, in favore di nuovi sistemi in cui basta un semplice codice, magari accessibile dalla casella email, per autorizzare o effettuare ogni tipo di transazione.

Dal momento che il gioco online rappresenta almeno un terzo delle transazioni e dell’attività portata avanti dai sistemi di pagamento legati a Paysafe, si prospetta un altro passo avanti con l’avvento del colosso negli Stati Uniti, i quali a loro volta generano un traffico annuo di diversi miliardi di dollari solo attraverso i casino online e le scommesse.

Al momento l’azienda PaySafe ha la sua sede principale a Vienna ed è rappresentata tramite punti vendita fisici in diversi paesi europei come per esempio Germania, Spagna, Portogallo, Austria, Svizzera, Grecia, Belgio, Irlanda, Paesi Bassi, Regno Unito, Danimarca, Repubblica Ceca ed altri. Il credito legato a Paysafercard può essere acquistato in un punto vendita come per esempio un benzinaio o una ricevitoria che aderisca al circuito, al cliente viene fornito un codice PIN di sedici cifre il quale potrà essere a sua volta utilizzato per effettuare pagamenti sui vari siti ed e-commerce abilitati. La semplicità di questo sistema sta nel fatto che una volta esaurito il credito, si può ricaricare acquistando un altro codice e dunque non si rischia di andare in rosso e ricevere brutte sorprese sull’estratto conto a fine mese.