Pelè non scherza. O’rey incorona Mbappé: “E’ il mio erede!”

Pelè ne è sicuro. Kylian Mbappé può essere davvero il suo erede per caratteristiche e impatto sul match. Messi e Ronaldo tremano. E' finita l'epoca del duopolio per la nomina a Pallone d'Oro.

0
Kylian Mbappe fonte foto: By Кирилл Венедиктов - https://www.soccer.ru/galery/1042235/photo/718846, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=67911269
Kylian Mbappe fonte foto: By Кирилл Венедиктов - https://www.soccer.ru/galery/1042235/photo/718846, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=67911269

Quando parla, Edson Arantes do Nascimento, non è mai qualcosa di banale. Il giocatore che rivoluzionò la storia del gioco tra gli anni ’50 e ’60 ha nell’immaginario comune una importanza dedicata soltanto ai grandi personaggi della storia e lui, da incommensurabile sportivo, sa che ogni sua parola può spostare gli equilibri del tempo e della società.

L’occasione, questa volta, è rappresentata dalla gara di ritorno tra PSG e Barcellona, due mostruosi colossi del calcio mondiale. Le due formazioni si sono incontrate nel match di andata che ha arriso alla squadra di Pochettino confermando l’immenso talento di Kylian Mbappé, vero mattatore della serata e spaventoso spauracchio della retroguardia blaugrana.

La performance del francese ha strabiliato anche O’Rey, tanto da dichiarare: “Mbappé può diventare il mio erede, e non lo dico per scherzo. Mi rivedo nella sua capacità di giocare in velocità. È un attaccante che pensa veloce. Quando gli arriva il pallone sa già cosa fare, ha già in mente dove andare e come orientare il gioco per trovare la miglior soluzione. E poi Kylian è rapido pure nella corsa e nel dribbling, come lo ero io”. 

Una incoronazione in piena regola, col classe ’98 pronto a subentrare nel duopolio Messi-Ronaldo quale migliore giocatore del momento. La questione ha così tanto infuocato gli animi dei cronisti e degli ex giocatori francesi da spingerli a spericolati voli pindarici. Ne sa qualcosa Jean-Pierre Papin, mitico attaccante dei galletti degli anni novanta.

L’ex, tra le altre, anche di Milan e Bayern Monaco è oggi un apprezzato commentatore delle tv sportive francesi. Ebbene, per lui Kylian Mbappé nell’ormai prossimo incontro di ritorno contro il Barça oscurerà per sempre la stessa di Messi, correndo quasi in solitaria verso al conquista del suo primo (di molti) palloni d’oro. Il 10 marzo ne sapremo sicuramente di più.