Per la Juventus la pista che porta a Federico Chiesa è ancora percorribile

0
Chiesa
Federico Chiesa, punta della Fiorentina e della Nazionale Italiana. Fonte Wikimedia Commons

Dopo la delusione per l’eliminazione dalla Champions League contro il Lione di ieri sera, la Juventus deve già iniziare a progettare la stagione 2020/2021 e cercare di rinforzare la propria rosa specialmente in ottica Champions, competizione che ormai manca in bacheca bianconera da 24 anni.

Uno dei nomi più chiacchierati negli ultimi mesi è quello di Federico Chiesa della Fiorentina, che sembra destinato a lasciare i viola in questa sessione di calciomercato. Già qualche mese fa la Juventus si era interessata a lui, ma il Presidente Rocco Commisso ha sparato alto: una richiesta di almeno 50 milioni di euro.

La situazione dell’ingaggio del giocatore non sarebbe di difficile risoluzione: i bianconeri gli offrirebbero un quinquennale a 4 milioni di euro netti a stagione: Chiesa accetterebbe di buon grado il trasferimento alla Juve e presumibilmente ritroverebbe il suo ex compagno Bernardeschi.

Una delle condizioni affinché l’acquisto di Chiesa si concretizzi è l’uscita di uno tra Douglas Costa o lo stesso Bernardeschi. Secondo quanto riportato da Niccolò Ceccarini nel suo editoriale pubblicato su TuttoMercatoWeb, non ci sono stati segnali di intesa sul rinnovo del contratto del giovane azzurro il cui termine è giugno 2022. Urge dunque un rinnovo oppure riuscire a monetizzare con il suo cartellino.

Dipenderà tutto da quanto la Fiorentina abbasserà le pretese, specialmente accettando eventuali contropartite tecniche. Già si era parlato qualche mese fa di Romero o di Pellegrini, entrambe piste gradite dalla dirigenza viola.