Perché anche ai giovani cadono i capelli? Ecco quali sono le possibili cause e i trattamenti

0

Sempre più giovani, purtroppo, si accorgono di subire precocemente una evidente perdita di capelli: parliamo di individui di sesso soprattutto maschile e in un’età compresa tra i dodici e i vent’anni. A quanto pare circa il trentatré percento della popolazione soffre di questa condizione.

Perché i giovani perdono i capelli? Possono essere molte le cause che scatenano questa condizione, come gli ormoni o l’ereditarietà genetica. In ogni caso, si deve ancora comprendere perché sempre più ragazzi e persino adolescenti inizino a perdere i capelli in maniera abbondante. Naturalmente non è una situazione piacevole e rischia di mettere a dura prova il rapporto che i giovani hanno con il loro corpo e la crescita dell’autostima.

Di base, gli uomini perdono molti più capelli delle donne e cominciano sicuramente molto prima. Infatti, mentre gli individui di sesso maschile tendono a rimanere calvi con facilità dai venticinque ai trentacinque anni, le donne non iniziano a notare chiazze e diradamenti se non prima del giungere della vecchiaia.

Raramente le donne rimangono calve molto giovani, e in quel caso sicuramente soffrono di una condizione di alopecia areata molto molto grave. Circa il quaranta, anzi quasi il cinquanta, percento degli uomini diventa calvo per via ereditaria, mentre le donne ereditano il gene della calvizie con meno facilità e soltanto nel caso in cui sia trasmesso da entrambi i genitori, o quantomeno questo è quello che dicono gli scienziati che studiano le cause di questa strana condizione fisica.

 Per saperne di più, ti invitiamo a seguire www.blogcalvizie.it:  questo sito è assolutamente uno dei più seguiti per la ricchezza delle informazioni e dei suggerimenti legati alla perdita dei capelli e non solo. Al suo interno ci sono varie sezioni che informano sui vari trattamenti medici e farmacologici per chi perde i capelli ma anche tutto quello che c è da sapere sui trattamenti chirurgici ed estetici quali il trapianto e la tricopogmentazione.

Al suo interno si possono trovare più di 300 articoli dettagliati e precisi e che hanno lo scopo di tenere sempre aggiornati tutti gli utenti che soffrono per questo fastidioso problema.

Ora vediamo velocemente quali sono i sintomi e gli effetti immediati della calvizie precoce (ossia giovanile).

Soffri di calvizie giovanile? Questi sono i sintomi che potresti riscontrare

Soffrire di calvizie non vuol dire pettinarsi i capelli e notare che la spazzola si è portata via ciuffi interi.

 Si tratta di qualcosa di molto più evidente e permanente sul nostro aspetto. In pratica, per dire che sei affetto da alopecia, di qualsiasi entità, dovresti notare delle zone lisce sulla tua cute, delle parti in cui evidentemente mancano i capelli, perché si vede chiaramente il cuoio capelluto, che non è coperto da alcun follicolo pilifero. Se così è, dovresti sì cominciare a preoccuparti di trovare una soluzione efficace a questo problema.

Non c’è niente di male nell’essere calvi, che sia chiaro, ma quando questo avviene quando sei ancora un adolescente, a quindici o a sedici anni, allora dovresti porti qualche domanda e soprattutto farti vedere da un medico esperto nel campo.

Perdere i capelli, soprattutto quando siamo ben lontani dalla maturità, non è cosa da poco. Quando infatti questo problema si manifesta per la prima volta, nei maschi avviene con un diradamento evidente e progressivo dei capelli nella zona frontale, allungando pian piano il viso in maniera prominente; nelle femmine al contrario la scomparsa dei capelli avverrà qua e là senza una logica ben chiara e con una percentuale maggiore di perdita soprattutto in alto, al centro della cute. Queste sono cose che possono segnare molto profondamente l’autostima di una ragazza.

Ma da cosa è provocata? Secondo alcuni studi la calvizie della quale soffrono tanti soggetti che vanno dai 12 ai 20 anni sarebbe provocata dall’alopecia androgenetica, forma ereditaria e che è provocata dagli ormoni androgeni.

Questi ultimi sono responsabili nel periodo della pubertà della nascita dei caratteri sessuali secondari: ma non è l’aumentare degli ormoni androgeni a causare l’alopecia e la perdita dei capelli ma in realtà si può notare tanta sensibilità di determinate zone del cuoio capelluto a tali ormoni.

Tanti studiosi affermano in realtà che l’aspetto genetico è assolutamente predominane!