Perisic, dove sono le offerte? Il croato resta e disfa i bagagli già pronti

0
Ivan Perisic
Ivan Perisic, giocatore dell'Inter , in foto con la maglia della nazionale croata. Fonte WIkimedia Commons

Periodo di incertezza per il trequartista sinistro Ivan Persic. A lungo accostato alle big d’Europa, adesso il croato sembra vivere un momento di profondo imbarazzo a Milano, sponda nerazzurra. Sembra infatti che tutti i suoi storici estimatori si siano dileguati rendendo difficile, se non impossibile, un suo eventuale trasferimento nella prossima sessione di mercato.

Già nelle prime settimane d’inverno sembrava che il giocatore fosse in procinto di lasciare l’Inter per approdare a nuovi lidi. A lungo si è parlato di un interesse molto concreto da parte della Juventus, ma poi i bianconeri pare abbiano virato su obiettivi diversi.

Sfumata l’opportunità di un cambio di casacca in Italia, in molti dall’estero hanno puntato gli occhi su di lui, soprattutto in Inghilterra. Non è un segreto che Arsenal e Manchester United abbiano portato avanti più di qualche sondaggio per capire i margini di manovra per arrivare all’esterno vice campione del mondo.

Dal canto suo, l’Inter non ha mai ritenuto incedibile il giocatore e si è seduta al tavolo delle trattative con diversi club interessati all’acquisto. Tutto ciò avveniva, però ben prima che scoppiasse nella sede nerazzurra la devastante bomba Icardi. In quell’esatto momento le gerarchie nello spogliatoio si sono sovvertite e Ivan Perisic divenne un punto fermo della formazione titolare.

La sopraggiunta refrattarietà ad ogni possibile nuovo assalto ha, di fatto, allontanato ogni società fino a quel momento interessata. Arsenal e Manchester United hanno indirizzato le loro ricerche su nuovi profili e di conseguenza Perisic dovrà dire addìo ad un eventuale sbarco in Premier. Rimarrà all’Inter e inizierà a disfare le valigie approntate fin da gennaio. Non sarà una prigionia. Ivan è ancora un pilastro dell’attacco interista e con Conte forse riuscirà ad essere ancora più determinante.