Pierluigi Pardo, l’addio alla Mediaset: “Mi aspettavo il via libera da Mediaset, ma non è mai arrivato”

0
Pierluigi Pardo, fonte: commons wikimedia

Dopo la notizia delle azioni legali della Mediaset nei suoi confronti, Pierluigi Pardo ha deciso di rompere il silenzio. In un’intervista al Foglio, il telecronista di DANZ ha voluto dare chiarimenti riguardo quanto accaduto. Dopo 11 anni di lavoro nella rinomata emittente televisiva, il conduttore non lavorerà più, al suo posto ci sarà Riccardo Trevisani.

L’ADDIO ALLA MEDIASET – Il motivo delle vie legali prese dalla Mediaset nei confronti di Pardo è per via di “grave inadempimento delle intese di collaborazione esclusiva raggiunte”. L’emittente, infatti, aveva vantato un’esclusiva con lui. A pochi giorni dalla notizia, però, il conduttore ha fatto sapere la sua presenza anche a DAZN, che da quest’anno racconterà tutta la Serie A.

A parlare ora è lo stesso Pierluigi Pardo che al Foglio ha dichiarato: “In estate non c’è stato con Mediaset nessun contratto firmato e nemmeno accettato informalmente. Avrei voluto continuare a lavorare anche per DAZN come avevo fatto negli anni precedenti, anche perché si trattava di due progetti diversi, uno la Champions/Coppa Italia, l’altro per la Serie A, senza alcuna conflittualità da una parte e dall’altra. Mi aspettavo il via libera da Mediaset, ma non è mai arrivato. Avere comunque due aziende così importanti che ti vogliono è una bella soddisfazione”.

LA SUA AVVENTURA A MEDIASET – Come detto in precedenza, Pardo ha lavorato per la nota emittente per ben 11 anni, dopo aver lasciato Sky. Facendo il bilancio della sua esperienza, il telecronista di DANZ ha ammesso:

“Sono grato delle opportunità che mi sono state date. Penso di essermela cavata bene, ma so anche di aver goduto di libertà e fiducia da parte dell’editore (almeno fino a questa estate, ndDM). Cosa niente affatto scontata. Ho conosciuto persone straordinarie e continuerò a voler bene a questa azienda”.