Pierpaolo Marino: “Paul Pogba doveva trasferirsi all’Atalanta, ma Raiola…”

0

Intervistato da un forum di tifosi juventini, il Direttore delegato dell’Atalanta Pier Paolo Marino ha svelato un retroscena esclusivo sulla trattativa che portò Paul Pogba (da poche settimane al Manchester United) alla Vecchia Signora. Stando all’ex dg del Napoli, nel 2012 il Polpo doveva trasferirsi a Bergamo, ma tutto saltò per colpa di Mino Rajola, manager del francese. Ecco le parole di Marino: “Avevamo praticamente definito tutto. Pogba doveva essere acquistato dall’Atalanta in sinergia con la Juventus, che avrebbe mantenuto il diritto di riscatto dopo due stagioni. C’era l’intesa su tutto, ma tutto saltò per “colpa” di Mino Raiola. Ricordo che durante un Milan Juventus, quello del gol di Muntari, il salernitano si trovava in tribuna a San Siro, ed in quella occasione parlò con Marotta. Gli disse che il giocatore doveva andare subito alla Juventus e che non era disposto a giocare a Bergamo. In effetti è stato giusto così. Pogba avrebbe perso qualche anno se fosse venuto all’Atalanta, ma sono sicuro che avrebbe fatto cosse egregie“.

 Paul Pogba è approdato alla Juventus nell’estate del 2012 proprio dal Manchester United. Partito inizialmente come riserva di Pirlo e Marchisio, il Polpo si è fatto presto notare facendosi trovare pronto alle varie chiamate dell’allora tecnico bianconero Antonio Conte, fornendo prestazioni di altissimo livello, molto superiori rispetto ai talenti di pari età sino ad essere richiesto dai migliori club del mondo. Con i bianconeri Pogba ha trascorso quattro anni (2012-2016) mettendo a segno a segno 29 gol in 124 presenze tra Campionato e Coppe. In agosto il francese ha lasciato Torino per fare rientro allo United diventando così il calciatore più pagato (ben 105 milioni di euro nelle casse juventine) in tutta la storia del calciomercato.