Pino Daniele Alive, emozioni e vibrazioni da vivere

0
pino-daniele

A Napoli, città natale di Pino Daniele avrà luogo il museo digitale  “Pino Daniele Alive” dedicato alla musica e alla vita del cantautore napoletano. Tutto ciò è stato possibile realizzarlo grazie al materiale multimediale consegnato alla famiglia dell’artista da parte delle case discografiche e anche dalle emittenti televisive che lo possedevano all’interno dei propri archivi. Grande lavoro è stato svolto dalla Fondazione, a lui dedicata, creatasi subito dopo la scomparsa dall’artista campano di fama internazionale.

È trascorso già un anno e mezzo dalla tragica nottata invernale nella quale Pino Daniele se n’è andato, lasciando un vuoto enorme nei suoi familiari ma anche nei suoi concittadini e fan. Proprio nella città di Napoli che lo considera come l’interprete che meglio ha saputo descrivere la realtà e il popolo napoletano, sarà possibile conoscerlo ed immergersi nel suo mondo musicale. Il figlio Alessandro, a Trani (Bari), durante il DigithON (maratona di idee digitali) ha raccontato e spiegato cosa sarà e cosa ci sarà in questo museo. Inoltre, ha aggiunto che all’entrata bisognerà lasciare il cellulare e qualsiasi altro dispositivo che possa riprendere o immortalare il contenuto della “mostra”. Se vi state chiedendo la motivazione, beh è molto semplice. Lasciando questi device alle vostre spalle, potrete godervi questo viaggio nell’anima del cantautore di “Je so’ pazzo” e “Napul’è” senza nessuna distrazione.

pino daniele

Il nome del museo è Pino Daniele Alive perchè nei concerti, nel live riusciva a dare il meglio di sè ma soprattutto era lì che si sentiva in pace e quindi a casa. Fare musica e regalare emozioni era ciò che lo rendeva felice ed appagato. Il suo unico obiettivo, sin da quando ha capito che la sua strada era quella, è sempre stato assolutamente questo e la sua storia artistica ne è la prova.