Più controlli per piazze e locali, la nuova direttiva del Viminale

0
Più controlli
Triest_Piazza_dell'Unita_d'Italia, Fonte Wikimedia commons

Per ovviare ad una crisi ancora più preoccupante, il capo del Viminale propone più controlli nelle piazze e nei locali. Controlli molto più serrati, in modo da contenere al meglio il COVID-19. Una decisione totalmente appoggiata dal prefetto Franco Gabrielli.

LA CIRCOLARE – Nonostante l’Italia non sia ai livelli di altre nazioni, l’emergenza sanitaria in corso non va assolutamente sottovalutata. Questa è l’opinione di molti membri del Governo e anche del Viminale stesso, nella persona di Bruno Frattasi.

Nella sua circolare si concentra in particolare sulla chiusura di alcune zone. Zone suscettibili di essere vittime di assembramenti. Frattasi chiede quindi la massima partecipazione da parte dei capi di polizia.

Nello specifico li incita a: «convocare in via d’urgenza i Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica».

Questo: «al fine di programmare controlli più serrati e concordare con i sindaci l’utilizzo degli strumenti per il contenimento del fenomeno, in vista dei prossimi weekend».

IL WEEK END – Una situazione da tenere sotto controllo soprattutto nei fine settimana, come ricorda il sopracitato Franco Gabrielli. Il prefetto infatti esige la: «Massima attenzione nella predisposizione dei servizi di controllo». Inoltre ricorda che la chiusura dei luoghi dove è impossibile garantire il distanziamento era già stata sollecitata sin dal 20 ottobre.

Per leggere la circolare ufficiale, clicca qui.