PJ Harvey, esce oggi The Hope Six Demolition Project

0
Copertina di The hope six demolition project
Copertina di The hope six demolition project

Da oggi disponibile in tutti i negozi e store digitali, il nuovo album di PJ Harvey, intitolato “The Hope Six Demolition Project”. L’undicesima fatica discografica della cantautrice del Dorset arriva a cinque anni dal precedente lavoro “Let England Shake”, album dalle sonorità folk ed impegnato contro la guerra, che le valse, nel 2011, il suo secondo Mercury Prize (il primo fu per “Stories from the city, stories from the sea” del 2001). Per questo seguito, la Harvey ha deciso di ampliare la visuale del proprio occhio critico e di raccontare non più solo l’Inghilterra, ma anche il resto del mondo e di abbandonare le sonorità folk del precedente lavoro, rivestendo le nuove canzoni con chitarre elettriche e fiati.

Ispirazione alla base degli undici brani che compongono l’album è un lungo viaggio, che ha portato la cantautrice a visitare il Kosovo, l’Afghanistan e Washington D.C.  A tal proposito, Harvey ha dichiarato: “Quando scrivo una canzone visualizzo l’intera scena. Posso vedere i colori, dire l’ora del giorno, percepire lo stato d’animo, vedere il cambio di luce, le ombre in movimento, tutto è racchiuso in quella foto. Raccogliere informazioni da fonti secondarie era troppo lontano per comprendere appieno quello che stavo cercando di scrivere. Volevo annusare l’aria, sentire la terra e incontrare la gente dei paesi di cui ero affascinata”. E già nello stesso titolo dell’album si scorge l’influenza dei viaggi, rielaborata in modo critico. Hope VI, infatti, è il nome di un progetto attraverso il quale il governo statunitense ha demolito gli alloggi pubblici dei quartieri più poveri della città di Washington, per creare nuove case e ridefinire le modalità di assegnazione delle abitazioni; cosa, questa, che ha portato numerosi disagi alle famiglie meno abbienti.

L’album è stato poi registrato nel 2015 alla Somerset House, dove PJ Harvey e la sua band hanno lavorato al disco in uno studio di registrazione costruito dietro ad un vetro, che ha permesso al pubblico di assistere alle varie fasi della lavorazione. Da questa esperienza è nato anche un libro “The Hollow of the Hand“, in collaborazione col fotografo Seamus Murphy, che raccoglie poesie e fotografie frutto dei viaggi alla base del progetto.

Tracklist di The Hope Six Demolition Project:

1 – The Community of Hope
2 – The Ministry of Defence
3 – A Line in the Sand
4 – Chain of Keys
5 – River Anacostia
6 – Near the Memorials to Vietnam and Lincoln
7 – The Orange Monkey
8 – Medicinals
9 – The Ministry of Social Affairs
10 – The Wheel
11 – Dollar, Dollar