Poste Italiane annuncia: “In futuro consegne con droni e auto senza conducente”

0
Poste Italiane
Poste Italiane

L’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, spiega che le consegne di pacchi e plichi verrà effettuato da droni e veicoli senza conducenti in futuro.

Ovviamente si parla di un futuro molto prossimo, ma potrebbe accadere. Una domanda sorge spontanea: che ne sarà dei postini e portalettere?

Ieri si è tenuta una conferenza stampa durante la quale Matteo Del Fante ha spiegato come saranno consegnati plichi e pacchi.

“Stiamo lavorando a importanti progetti dove la consegna spersonalizzata è fatta da veicoli che parcheggiano sotto casa del destinatario”.

“Lo avvisano con un sms, lui scende, apre con un codice un cassetto del mezzo e ritira il pacco. Crediamo ci sia un futuro importante per le consegne”.

Ha anche dichiarato: “Poste italiane ha centrato tutti gli obiettivi finanziari delineati per il 2018, a livello di gruppo e in tutti i settori di business”.

“Grazie a un’azione più incisiva di efficientamento e una forte crescita dell’utile operativo, trainato da una costante crescita dei ricavi e da una ridotta dipendenza delle plusvalenze”.

Intanto, però, procedono le richieste su scala nazionale di varie figuri professionali da inserire nell’organico, dai portalettere a sportellisti.

L’iter prevede candidarsi attraverso la pagina dedicata e, dopo aver controllato i requisiti richiesti, attendere di essere contattati per poter superare le varie prove richieste.

Solo per i portalettere sono previsti dei test ed una prova guida.

Del Fante ha anche dichiarato: Lo scorso anno i ricavi del gruppo sono ammontati a 10,8 miliardi, in aumento del 2,2% rispetto all’anno precedente.”

“Mentre l’utile netto si è attestato a 1,399 miliardi. Per il 2019 Poste prevede un utile netto di 1,1 miliardi. I ricavi netti attesi sono a 11 miliardi”.