Prepararsi all’esame da avvocato online

0

L’esame finale che consente di diventare avvocato mette spesso in confusione numerosi studenti. Infatti, trattandosi di una professione molto particolare e articolata, prevede un esame altrettanto complesso. Ad ogni modo, è opportuno non farsi prendere dal panico e, se necessario, avvalersi di un valido aiuto che consenta di superare ogni prova con successo.

A questo proposito, è utile considerare che esistono numerosi corso di preparazione all’esame da avvocato e, alcuni di essi, sono disponibili anche online. Hanno tutti l’obiettivo di garantire ad ogni praticante un’accurata preparazione, sia teorica che pratica, e tutto ciò che si rivela necessario per arrivare al superamento delle varie prove scritte e orali presenti agli esami per l’iscrizione negli albi degli avvocati.

Ogni corso di preparazione è progettato per erogare lezioni specifiche, suddivise in moduli dedicati al Diritto Civile, al Diritto Penale e al Diritto Amministrativo. Pertanto, potranno consentire agli aspiranti avvocati di prepararsi con facilità e di rivedere nel dettaglio le varie materie, quali Diritto di famiglia e successorio, comunione e condominio, contratti tipici e atipici, principi costituzionali, reato ed elementi correlati, nonché tutto ciò che riguarda la Pubblica Amministrazione, gli atti e i procedimenti amministrativi, e molto altro.

Corsi per preparare l’esame da avvocato

Sono numerosi i corsi di preparazione all’esame da avvocato disponibili e si può considerare anche la possibilità offerta dall’Università telematica Niccolò Cusano, una delle università online riconosciute dal MIUR, che consente di avvalersi di un percorso pratico-teorico, completo di simulazioni delle prove d’esame che aiuteranno i praticanti a fortificare la loro consapevolezza riguardante le varie materie e ad ottenere importanti risultati al momento dell’esame vero e proprio.

In questo caso, si tratta ovviamente di lezioni in modalità e-learning e, pertanto, gli studenti avranno l’opportunità di accedere alla piattaforma in qualunque momento e da qualunque postazione.

Come funziona l’esame da avvocato

È utile sapere che l’esame da avvocato ha già subito numerose riforme nel tempo e che le nuove modalità previste dalla legge 247/2012 sono state definitivamente adottate dal D.M. 25 febbraio 2016 n. 48). Tuttavia, i numerosi rinvii hanno portato all’effettiva entrata in vigore delle ultime modifiche solamente in questo 2018.

Questi cambiamenti hanno l’intento di arrivare ad una più accurata selezione degli studenti: coloro che riusciranno a conseguire il titolo dovranno avere non solo la migliore preparazione giuridica, ma anche una reale motivazione a svolgere la professione.

L’esame da avvocato di quest’anno prevede sempre tre prove scritte (parere di diritto penale, parere di diritto civile, e atto giudiziario in ambito civile, amministrativo o penale), che dovranno però ottenere un punteggio di almeno 30 punti per ognuna (prima bastava che questo punteggio fosse raggiunto solamente in due prove) per comportare l’idoneità.

Non si potranno usare i codici annotati, ma solamente codici puri e, per quanto riguarda gli orali, si dovranno obbligatoriamente presentare le seguenti materie: diritto penale, diritto civile, procedura penale, procedura civile e deontologia forense. Si dovranno preparare anche altre due materie a scelta tra diritto amministrativo, diritto dell’Unione Europea, diritto costituzionale, diritto ecclesiastico, diritto del lavoro, ordinamento giudiziario e penitenziario, e diritto commerciale. Perciò, un’ottimale preparazione è necessaria e, al fine supportare il proprio piano di studio nel migliore dei modi, avvalersi di un valido corso online dedicato proprio a questo non è di certo un’idea da sottovalutare.