Prestiti: meglio in banca o in finanziaria?

0

Quando si deve chiedere un prestito, in genere si ha di fronte diverse possibilità: oggi le offerte sono veramente tante, e quindi ci vuole attenzione e tempo per scegliere il prestito adatto. Uno dei quesiti che i clienti si pongono è se sia meglio chiedere il prestito di una banca o di una finanziaria. 

 

Sul punto, bisogna ammetterlo, c’è un po’ di confusione motivo per cui sarebbe meglio fare chiarezza sulle differenze che intercorrono fra un prestito che viene erogato dalla banca ed uno che invece viene erogato da una finanziaria. 

 

In questo ci aiutano gli specialisti di www.ilprestitoperme.com che hanno realizzato una guida a tal proposito. Volendo riassumere possiamo dire che la banca è un ente che ha un ambito di operatività abbastanza ampio, fra cui anche la possibilità di conservare le quote depositate dai clienti. 

 

Invece la finanziaria è un ente che ha una vocazione più specialistica, vale a dire quella di occuparsi di servizi finanziari. Non si tratta di un ente che gestisce il risparmio del cliente, come avviene invece con la banca: spesso la finanziaria svolge un’attività che possiamo definire di intermediazione fra banca e clienti, ma non di deposito o conservazione delle somme. 

 

La scelta del prestito fra una banca ed una finanziaria comporta vantaggi e svantaggi. 

Se si richiede il prestito della banca, si hanno sicuramente i vantaggi di un tasso di interesse inferiore applicato al prestito, rispetto a quello richiesto dalle finanziarie. 

Inoltre vi è la possibilità anche di trattare, anche se non di molto, sugli interessi: questo dipende in sostanza dalla forza contrattuale del cliente.

 

Maggiori saranno le garanzie che questo è in grado di offrire all’istituto di credito, migliori saranno le condizioni di erogazione del finanziamento. Infine, la durata del piano di ammortamento è superiore rispetto a quello offerto dalle finanziarie, anche di molti mesi. 

 

Tuttavia, anche optare per un prestito dalle finanziarie ha dei vantaggi. Innanzitutto, i tempi di erogazione sono inferiori: in genere la finanziaria, che ha meno questioni delle quali occuparsi rispetto alla banca, concede il prestito più velocemente e questo è un vantaggio per chi abbia bisogno di liquidi rapidamente. 

 

La finanziaria valuta in maniera dettagliata la richiesta di prestito, ancora una volta perché questa è la sua finalità principale rispetto invece alla banca che svolge anche altre funzioni. 

Infine, le finanziarie molto spesso non richiedono i costi accessori che le banche invece pretendono. 

 

Al netto di queste differenze, consigliamo sempre comunque di scegliere sulla base dei dati reali, per esempio del Taeg, del Tan e dei costi accessori che vengono applicati al servizio offerto, che sono poi gli elementi che fanno davvero la differenza nella scelta.  Chiedere e ottenere un prestito personale oggi non è affatto una cosa semplice. Scegliere con cura l’istituto di credito a cui rivolgersi diventa, quindi, un fattore davvero molto importante per il proprio futuro.