Profanata la tomba dell’attrice Romy Schneider, famosa per aver interpretato la principessa Sissi

0

Non ancora chiare sono le ragioni che hanno spinto dei vandali, nella notte, a profanare la tomba dell’attrice Romy Schneider, nota ai più per aver interpretato, tra il 1955 e il 1973, la principessa Sissi in diversi film.

I custodi del cimitero di Boissy sans Avoir, un paesino a pochi chilometri da Parigi, questa mattina hanno infatti trovato la lapide spostata, pur essendo ancora intatte la bara e le spoglie dell’attrice.

Sembra quindi che l’attrice non riesca a trovare la pace nemmeno dopo essere deceduta. La vita di Romy Schneider è stata infatti molto tormentata. Rosemarie Magdalena Albach-Retty, questo il vero nome dell’attrice, nacque a Vienna nel 1938 da due attori di successo. Venne spinta alla carriera di attrice da parte della madre, pur non essendo Rosemarie convinta. Recitò in film minori, durante le riprese dei quali cambiò il nome in Romy Schneider, prendendo il cognome della madre. Nel 1955 venne ingaggiata per interpretare la principessa Sissi, a fianco Karlheinz Bohm. La madre intanto continuava a gestire la sua carriera. Questo fu il ruolo che la rese celebre, facendola conoscere al pubblico come “Sissi” anche quando l’attrice aveva smesso di vestire i panni della principessa. Nel frattempo portò avanti due matrimoni. Il primo fu con Harry Meyen, con il quale ebbe un figlio, David Christopher, e che morì suicida nel 1979. Il secondo matrimonio fu invece con Daniel Blasini, con il quale ebbe una figlia, Sarah Magdalena, oggi attrice, ma il loro rapporto non durò e divorziarono nel 1981. Nello stesso anno morì il primo figlio dell’attrice, all’epoca quattordicenne, David Christopher, a causa di un brutto incidente. La donna, che soffriva da moltissimo tempo di problemi di alcolismo e di depressione, nel 1982 ebbe un arresto cardiaco e venne a mancare, a soli 44 anni. Venne sepolta accanto al figlio.

Speriamo che presto si vengano a scoprire i motivi dell’atto vandalico che l’ha riguardata.