Prosegue il dominio Màrquez in Germania anche nelle FP2

0

Con il meteo che minaccia pioggia domani, le FP2 appena concluse sono state sfruttate fino all’ultimo millesimo disponibile ma anche se le Yamaha hanno fatto resistenza, la Honda continua a spuntarla ed è ancora la numero 93. È chiaro che con il telaio 2014 Màrquez riesca nuovamente a piegare la RCV sotto il suo volere e sulla “pistina” del Sachsenring questa cosa gli riesce meglio del solito. Come questa mattina è stato il primo a scendere sotto il muro dell’1’21” seguito subito dopo dal compagno Dani Pedrosa. Lorenzo è apparso meno in difficoltà rispetto a questa mattina, infatti è stato il primo rivale del Cabroncito per l’intera sessione mentre Rossi ha iniziato a lavorare sui dettagli di fino lasciando il lavoro sporco al compagno. Le Ducati continuano ad arrancare ma la situazione inizia a sgarbugliarsi anche per loro, specialmente per Iannone forte del terzo tempo nel finale. Grande spolvero per Smith che chiude in seconda posizione. Salvi per ora dalla Q1 anche Aleix Espargarò sesto, Redding ottavo davanti a Hernandez e Dovizioso. Se domani piovesse nelle FP3 dovrebbero giocarsi un posto nelle Q1 Barberà, Crutchlow, Pol Espargarò, Vinales, Petrucci, Hayden, Di Meglio, Bautista, Baz, Miller, De Angelis, Aoyama, Laverty E., Laverty M. e Corti.

Una parte della sessione è stata dedicata alla prova attenta della nuova gomma anteriore asimmetrica e tutti i piloti hanno lasciato un feedback positivo. Con le temperature leggermente più alte di questa mattina la Yamaha ha sofferto un po’ di più mentre la Honda sembra tornata a suo agio con entrambi i piloti. Domani mattina si giocherà l’ultimo dado che sarà vincolato al meteo che farà da sfondo l’ultima sessione di libere sul circuito tedesco. Si prospetta un’altra battaglia a quattro, salvo imprevisti o colpi di scena e sicuramente sarà un affare Rossi-Màrquez che ormai hanno un conto in sospeso.