Qualificazione immeritata: i numeri della Roma di Garcia fanno paura!

0

Ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. La Roma è riuscita a pieno in questa “impresa”. Il pari col Bate Borisov è bastato per sbarcare agli ottavi di finale di Champions, ma non a placare le polemiche intorno ad una squadra apparsa anche ieri sera decisamente sotto tono, per usare un eufemismo. Ad un certo punto il Bate sembrava il Real Madrid. Ha messo sotto Garcia diversi tratti del match. L’emblema della serata: i fischi dagli spalti a gara conclusa. Ci si aspettava decisamente molto di più da questo primo scorcio di stagione, soprattutto in Champions League. Questa competizione non sorride per nulla ai giallorossi. I numeri condannano Garcia. In 4 edizioni disputate, 2 con il Lille e 2 con la Roma, il tecnico francese ha ottenuto solo 5 vittorie in 26 partite, praticamente una a stagione, ad eccezione dell’anno 2012/13 quando ne vinse due, ma una arrivò nel turno preliminare disputato ad agosto. 13, invece, le sconfitte, di cui 2 molto pesanti, che rimarranno impresse per sempre nella mente di ogni tifoso giallorosso. Il 7 a 1 dello scorso anno con il Bayern ed il 6-1 di questa stagione a Barcellona sono macchie indelebili nel cammino europeo della Roma. Per non parlare dei gol subiti, ben 50, a dispetto dei 31 realizzati. Numeri che non fanno, di certo, della Roma una squadra europea, anzi. Eppure è arrivata comunque la qualificazione agli ottavi. Alla fine è l’unica cosa che conta, direbbe qualcuno!