La quarantena non ferma la creatività: i migliori videoclip musicali

0
Fonte: google immagini per essere riutilizzate

Stanchi della quarantena? Probabilmente si. Anche se non possiamo uscire questo non vuol dire che la nostra creatività debba essere limitata. Oltre alle molteplici iniziative di condivisione, partite prettamente tramite Instagram, che vertono a coinvolgere la community musicale in dirette, contenuti video e interviste, non sono mancati i videoclip musicali girati restando a casa. Vi proponiamo quindi i 3 videoclip musicali più interessanti, usciti di recente. Buona visione!

Margherita Vicario – Pincio

“Pincio” è il nuovo singolo di Margherita Vicario. Il videoclip, girato durante la quarantena, è stato fonte di curiosità tanto da fare due chiacchiere con Francesco Coppola regista del videoclip. Regista napoletano, a 21 anni si trasferisce a Roma per intraprendere la carriera di attore. Dopo il diploma capisce che la sua strada sarebbe stata un’altra e comincia a lavorare in qualche film come segretario di produzione. Dopo l’esperienza come regista di spot importanti, Francesco Coppola si occupa della regia di videoclip musicali.

1- Ciao Francesco, com’è nata l’idea e quanto è stata complessa la realizzazione? 

Diciamo che quando Margherita mi ha parlato di “Pincio”, aveva in mente qualcosa di diverso. Inizialmente lo si immaginava come un video su Facetime ma poi si è pensato di distogliere lo sguardo dall’interno e guardare al di fuori delle nostre case. Ultimamente infatti, attraverso instagram e le centinaia di dirette, le informazioni e i contenuti ci arrivano sempre e solo dalle quattro mura domestiche. Quindi semplicemente ho pensato di spostare il focus dall’interno all’esterno, perché l’esterno esiste ancora. Quindi in maniera un po’ voyeuristica e hitchcockiana ho iniziato a riprendere i miei vicini, le azioni che mi facevano tenerezza e che mi scaldavano il cuore. Poi ho pensato che sarebbe stato bello vedere cosa succede sui balconi di altre città. Allora ho coinvolto una fotografa di Milano Anna Adamo e alcuni parenti che hanno iniziato a girare il loro mondo esterno.

2- Dopo aver raccolto la vita dalle finestre, com’è avvenuta nel concreto la creazione del video?

A questo punto mancavano solo i playback di Margherita. Mi è bastato affidarmi alle sue emozioni e alle parole cariche di significato per i primi piani. Mancandomi poi un momento di sfogo, un momento di speranza e di abbandono, le ho chiesto di scatenarsi sui tetti cercando di trovare dei tagli comunque estetici anche se avevo a disposizione solo un Iphone. E’ stato più complesso l’invio del materiale al montatore, che vive a Brescia -non ho il wifi, faccio tutto con l’hotspot. La gestione del montaggio è stato il primo lavoro in cui non ero presente quindi la mia tattica piuttosto che andare nello specifico è stata caricare di una responsabilità autoriale Federico Sottini (il montatore). Gli ho scritto un messaggio d’amore motivazionale e mi sono fidato. E’ stato molto bravo a dare una poesia e un racconto al video, quindi gran parte della riuscita è merito suo.

3- Quanto, a livello professionale, questa esperienza ti ha arricchito? 

Quanto mi ha arricchito lo saprò quando potrò tornare su un set vero. Magari avrò un’attenzione maggiore alla semplicità e alle piccole cose.

Ghali – Good Times 

E’ uscito il 25 Marzo il nuovo videoclip della cantatissima “Good Times” di Ghali. Realizzato in quarantena, unisce spezzoni di dirette instagram in cui Ghali canta le sue canzoni con i fan. Il cantante racconta: “da quando è iniziato questo assurdo periodo abbiamo pensato a tanti modi per dare una mano ed essere utili alla collettività. Ho capito però che il mio massimo lo avrei dato condividendo quello che ho di più prezioso: intrattenere e fare arte, soprattutto ora che stare in casa è essenziale. […] Abbiamo ballato e cantato come un popolo che non ha la minima intenzione di abbattersi”. Sicuramente questo videoclip è un modo per interagire e coinvolgere al meglio la sua community anche nella quotidianità di questa quarantena. Vediamo infatti ragazzi sotto la doccia o che si lavano i denti mentre cantano. Insomma bravo Ghali, ci ha strappato un sorriso.

Ghemon – Buona stella 

Dopo “Questioni di Principio” e “In un certo qual modo”, “Buona Stella” è il terzo singolo di Ghemon che ha anticipato il nuovo album “Scritto nelle Stelle”, uscito oggi per Carosello Records / Artist First.

Per l’occasione l’artista ci regala un videoclip girato da casa, in quarantena, coinvolgendo parenti, amici, i fan più fedeli e i suoi musicisti. Un brano che parla di sfide che, mai come oggi dobbiamo affrontare.

“E lo so che non è semplice
Ma senza difficoltà in fondo che gusto c’è?
Cerco una buona stella complice
Però in fondo chissà stanotte che cielo c’è”