Tutto quello che c’è da sapere su Joaquin Phoenix, nuovo divo di Cannes

0
Joaquin Phoenix, font Wikimedia Commons
Joaquin Phoenix, font Wikimedia Commons

Nella serata di ieri abbiamo saputo finalmente i vincitori della 70esima edizione del Festival di Cannes. Con questa rassegna non si è mai sicuri dei risultati e si rimane sempre un po’ sorpresi dei nomi che portano a casa i premi. Su Joaquin Phoenix però, si sarebbe scommesso facilmente.

Sulla Croisette l’attore ha presentato il nuovo film di cui è protagonista, “You were never really here” dove interpreta un veterano di guerra che si è ridotto a fare il mercenario per chi vuole liberarsi di nemici pericolosi. Si ritrova però a dover sottrarre una minorenne, Nina, ad un giro di prostituzione, finendo anche lui in un circolo vizioso e violento.

L’interpretazione di Phoenix in questo film è stata definita dai critici perfettamente eloquente e  visivamente potente, come la regia di Lynne Ramsey, nonostante sia quasi muta. Lo stesso attore è rimasto quasi scioccato dalla sua vincita. Quando il suo nome è stato chiamato sul palco, Phoenix è sembrato disorientato, come se non stesse capendo cosa stava succedendo. Probabilmente questa reazione è stata dovuta anche al fatto che lui non conosce il francese, fatto sta che sul palco ha dimostrato la sua incredulità facendo notare le scarpe che aveva ai piedi: delle converse nere poiché quelle di pelle le aveva rimandate a casa con l’aereo, sicuro di non dover salire su quel palco.

Sarà forse questa la volta buona che il mondo venga a conoscenza del suo nome? Phoenix non è nuovo al grande schermo, anzi: il primo personaggio che gli ha dato fama è quello di Commodo ne “Il gladiatore”, ma da allora l’attore ha scelto ruoli sempre intriganti e non scontati. Stiamo parlando di film come “Walk the line” che gli valse la seconda nomination all’Oscar dopo quella per “Il gladiatore” e un Golden Globe. “Lei”, “Vizio di forma” e “Irrational Man” di Woody Allen, ma soprattutto “Joaquin Phoenix – Io sono qui!”: per questo film, che vede dietro la macchina (e non solo) Casey Affleck, Phoenix ha interpretato il personaggio del documentario in tutte le sue apparizioni pubbliche. Famosa la sua intervista al David Letterman Show dove è apparso come un barbone, stralunato e di pochissime parole. Il finto documentario racconta della sua vita, dalla decisione di abbandonare la carriera cinematografica alla decisione di diventare una star dell’Hip Hop. Il suo apparire così anche in pubblico ha fatto sì che tutti, compresi gli addetti al lavoro, rimanessero all’oscuro del progetto.

Nonostante la carriera dell’attore sia stata ed è ancora costellata da grandi interpretazioni e soddisfazioni, nella vita privata ha subito una grande perdita: il fratello, River Phoenix muore all’età di 23 anni per un mix letale di droghe, nel 1993. River Phoenix era un attore affermatissimo ed era stato quotato come uno dei più promettenti della sua generazione. Fu il protagonista di “Belli e dannati”, film di Gus Van Sant insieme a Keanu Reeves. E’ diventata famosa la chiamata che Joaquin fece al 911 per salvare il fratello. A causa di tutta l’attenzione mediatica intorno a questo tragico evento, Joaquin si ritirò dalle scene (per la seconda volta) per poi tornare nel ’95 con il film “Da morire”.

River Phoenix, fratello di Joaquin, font Wikimedia Commons
River Phoenix, fratello di Joaquin, font Wikimedia Commons

Phoenix, come il fratello, è vegano e un appassionato attivista. Per quanto riguarda le sue relazioni, negli anni ’90, ha avuto un flirt con Liv Taylor, poi ha frequentato la giovane DJ Allie Teilz. Recentemente sta frequentando l’attrice Rooney Mara, vista ultimamente in “Lion”.