Questione San Siro, parla il sindaco Sala: “Si può sempre venderlo alla Juve”

Il sindaco Sala ha lanciato una provocazione a Inter e Milan riguardo lo stadio San Siro

0
San Siro
Stadio "Giuseppe Meazza" di San Siro. Fonte Wikipedia

Le voci girate negli ultimi giorni riguardo il possibile abbattimento dello stadio San Siro di Milano hanno scatenato la reazione dei tifosi, della stampa e di tutti gli addetti ai lavori. Abbattere “la Scala del calcio” sarebbe un insulto alla storia del calcio italiano e c’è chi come Altobelli è disposto ad incatenarsi all’impianto qualora ciò dovesse accadere:

“Demolire il Meazza? Neanche per idea. Sono disposto ad incatenarmi ad esso. Abbattiamo piuttosto chi lo vuole abbattere”. Queste le parole dell’ex giocatore ai microfoni di Radio Anch’io Sport.

A questo punto è entrato in gioco il sindaco di Milano Giuseppe Sala, che ha lanciato un messaggio che sa tanto di provocazione nei confronti di Inter e Milan:

Si potrebbe vendere San Siro a 70 milioni di euro, la Juventus potrebbe permetterselo”. Un messaggio provocatorio ma che potrebbe nascondere qualcosa di veritiero.

Già perché, come riporta Tuttosport, la Juve vanta una bella fetta di tifosi in Lombardia e la possibilità di giocare le gare di Champions o i big match a San Siro sarebbe un ottimo punto di partenza per un progetto che avrebbe del clamoroso.