R. Kelly: il cantante accusato di aver condotto delle donne in una setta sessuale

0
R.Kelly, fonte foto: google

R. Kelly, il cantante americano è stato accusato di abusi sessuali. Nell’intervista con Gayle King, la faccenda è uscita fuori dai binari. Il cantante in questione ha parlato con la presentatrice di CBS This Morning per quasi 80 minuti.

Kelly attualmente è accusato di 10 capi d’accusa di abuso sessuale dai pubblici ministeri di Chicago. Tre delle sue quattro presunte vittime erano minorenni, al momento del presunto abuso. A gennaio, Lifetime debuttò con Surviving R. Kelly che ha acceso la lunga controversia intorno al cantante, accusato di trascinare le donne in una setta.

Kelly ha difeso la sua persona, dichiarandosi non colpevole e durante il suo colloquio con King, ha inveito contro le vittime. Il cantate ha ribadito più volte che sono solo bugie.

“Ho sentito cose e, sai, ho visto cose sui blog e, sai, sono solo stanco”, ha dichiarato Kelly. Ha continuato, affermando che al momento dello scandalo, pensava: “Gli elicotteri sopra casa mia cercano di salvare qualcuno che non ha bisogno di essere salvato perché non sono in casa mia.” Sempre più agitato, la star ha continuato a dire: “Mi hanno accusato di avere un Harem. Come lo chiami? Un culto? Non so nemmeno veramente cos’è un culto, ma so di non averlo.”

Kelly ha rivelato di essere stato abusato sessualmente dai 7 ai 13 anni, ma ha dichiarato di non essere diventato lui stesso un abusatore. Kelly ha anche detto di non aver mai fatto sesso con qualcuno di età inferiore ai 17 anni. Quando King ha chiesto se questo significava che stava dicendo che le 50 persone che hanno parlato come fonti hanno mentito, lui ha risposto:“Se guardi davvero quel documentario, tutti dicono qualcosa di negativo su di me. Nessuno ha detto nulla di buono. Stavano descrivendo Lucifero. Non sono Lucifero. Sono un uomo. Faccio degli errori, ma non sono un diavolo, e in nessun caso sono un mostro.”

Quando King ha chiesto perché allora tutte quelle persone si sarebbero fatte avanti con storie simili, Kelly si è incattivito e con il tono di voce alto, ha detto: “Puoi iniziare una voce su un ragazzo come me o una celebrità proprio così. Tutto quello che devi fare è premere un pulsante sul tuo telefono e dire, ‘…R Kelly ha fatto questo a me.’ E quindi ottieni: un’intervista, un libro, un reality show…Allora qualsiasi ragazza con cui ho avuto una relazione in passato e non ha funzionato può venire e dire la stessa identica cosa. “

L’intervista è continuata sui toni accesi. Kelly ha ribadito che le accuse sono infondate e che lui non merita di essere perseguitato per qualcosa che non ha fatto.