Raccoglitore ad anelli: come scegliere quello più adatto

0

Come scegliere il raccoglitore ad anelli? Ognuno di noi ha delle esigenze specifiche, e questo prodotto è perfetto sotto tanti punti di vista, perché ci consente di organizzare i documenti nel modo migliore. Non c’è nulla di meglio di un raccoglitore ad anelli per l’ufficio, ma anche per la scuola e per l’home office. Tuttavia, ci sono dei casi in cui abbiamo sbagliato a comprarlo: cosa abbiamo sbagliato?

In realtà, esistono diversi raccoglitori ad anelli in commercio: l’errore più comune in cui potremmo incappare è quello di selezionare la misura dell’anello sbagliata. Per ovviare a questo sbaglio, abbiamo pensato di dare qualche dritta, una piccola guida all’acquisto che può tornare sempre utile. Se ti occorre un raccoglitore ad anelli per ufficio, non esitare a fare un salto su Cartucciaperfetta, lo shop online di prodotti per ufficio.

Come scegliere un raccoglitore ad anelli: cosa considerare

In ogni attività professionale o studentesca c’è bisogno di archiviare alcuni documenti o appunti, soprattutto nel momento in cui ne produciamo ogni giorno. Per gli uffici, potrebbe rendersi essenziale raccogliere le fatture dei clienti, ma anche i relativi ordini. Per gli studenti universitari o meno, è essenziale tenere in ordine gli appunti di studio.

L’organizzazione del lavoro può essere anche creativa e fantasiosa, ma deve essere al contempo efficiente, rispondendo con prontezza a qualsiasi esigenza. Teniamo anche bene in mente lo scopo per il quale stiamo acquistando il raccoglitore, in ogni caso: è per una presentazione? Oppure è un punto di riferimento per i file di lavoro e le cartelle più utilizzate? Esistono anche i raccoglitori di stoccaggio, molto utili per tenere traccia dei record annuali o delle informazioni importanti da archiviare.

Quante tipologie di raccoglitore ad anelli esistono?

Nel momento in cui abbiamo bisogno di un raccoglitore ad anello, dobbiamo considerare due tipi di anelli: il Round Ring e l’Anello a D. Il primo è il più comune e inoltre ha le dimensioni standardizzate. L’anello a D, invece, è il più grande, perché permette di raccogliere fino al 25% di carta in più rispetto alla prima tipologia. Indubbiamente, l’acquisto è rivolto a coloro che devono mettere insieme molti fogli, e dunque va più che bene per gli uffici e le grandi aziende.

In ogni caso, troviamo in commercio varie tipologie di raccoglitori ad anelli, per esempio i classici registratori o le cartelle ad anelli. Dal momento in cui la maggior parte dei registratori sono rivolti per la conservazione di documenti in formato A4, si possono usare di tipo “protocollo” o “commerciale”. Per quanto riguarda invece il materiale dei registratori, ce ne sono diversi.

Dalla plastica alla carta, presentano delle caratteristiche differenti. I raccoglitori in plasticasono solitamente pregiati e super resistenti sul lungo termine. Invece, i raccoglitori rivestiti in carta sono piuttosto rigidi, e vengono sfruttati principalmente come sistema di archiviazione finale.

Vantaggi del raccoglitore ad anelli: dall’organizzazione all’efficienza

Quali sono i vantaggi dati dai raccoglitori? Permettono sì di raccogliere tutti i documenti, ma in realtà dobbiamo considerare nel complesso vari fattori piuttosto interessanti, soprattutto per chi magari in questo momento sta lavorando in Smart Working dal proprio home office.

·        Non perderai mai nulla: capita a tutti almeno una volta nella vita di non ricordare alcuni appunti e di averne bisogno. Con il raccoglitore, inevitabilmente si manterrà sempre tutto al sicuro, senza temere di perdere dati preziosi;

·        Gli appunti si trovano subito: hai bisogno di leggere una fattura dell’anno precedente? Ti occorre rivedere un ordine per un cliente? Ti serve quell’appunto del professore? Il raccoglitore è la soluzione per te;

·        È un modo per allenare la capacità organizzativa: non dimentichiamo la super efficienza del raccoglitore, che oltretutto permette di sviluppare la capacità organizzativa nel migliore dei modi.