“Raffaello-Il principe delle arti” al cinema il 3, 4 e 5 aprile

0

Raccontare e rappresentare personaggi mai esistiti è complicato ma ancor più difficile è farlo quando sono realmente esistiti e per di più hanno fatto la storia di una nazione, sul versante artistico. Rilevante, quindi, il tentativo di spiegare chi era Raffaello Sanzio attraverso il film-documentario “Raffaello-Il principe delle arti”.

Raffaello
Flavio Parenti, 66esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Sky Cinema e Sky Arte hanno collaborato a questo progetto con l’intenzione di far rivivere questo personaggio e, insieme a lui, le sue opere. All’interno di “Raffaello-Il principe delle arti” si vedranno più di 40 opere. La vita del pittore rinascimentale sarà narrata in tutte le sue fasi: dalla nascita alla morte, attraversando anche periodi dolorosi come la perdita del padre che l’avvicinò alla bottega e all’arte. Indossatore della vita di Raffaello è stato l’attore e regista Flavio Parenti. In molti lo ricordano per il dottor Martini della serie tv “Un Medico in Famiglia” e per altri ruoli importanti ma scommettiamo che affrontare Raffaello non sia stato affatto semplice

Le scenografie sono quasi tutte reali. Infatti, ci si sposta fra più di venti location: Urbino, Firenze e il Vaticano non potevano mancare dal momento che in queste tre città, l’artista ha avuto momenti di evoluzione personale e pittorica. L’estro, la maestria e le capacità di Raffaello potranno essere riconosciute da tutto il pubblico. Bambini, adulti e nonni assisteranno ad un viaggio nel tempo che, però, non sarà noioso o asettico poichè sono state messe in campo molte tecnologie in 3D e idee per rendere al meglio il favoloso mondo dell’arte.

Raffaello