Raiola critica pesantemente la gestione Thohir all’Inter: “Progetto falso! Non mi ha mai convinto!”

0

Il calcio è fatto di progettualità ed ambizioni. Le società, nella veste dei presidenti, si sforzano di programmare un piano, nel breve e lungo termine, che possa portare ad importanti risultati calcistici nell’immediato ed in futuro. Soprattutto le grandi società ragionano in questi termini, com’è giusto che sia. L’Inter non fa eccezione. Al momento l’arrivo di Suning non ha portato grossi benefici in termini di risultati, ma i grossi investimenti promessi in prospettiva sulle strutture nerazzurre e sul campo potrebbero invertire questo trend iniziale.

Nel frattempo, all’Inter arriva la stoccata che non ti aspetti, o forse sì! Nell’anteprima dell’intervento rilasciato per la trasmissione Zona 11 PM Mercato di Rai Sport, infatti, in onda domani sera, il noto re dei procuratori sportivi Mino Raiola ha riservato parole dure soprattutto nei confronti del numero uno nerazzurro Erick Thohir. Un attacco pesante, rivolto anche ad altri dirigenti e proprietari del calcio italiano: “Non c’era bisogno che arrivasse un indonesiano per fare quello che ha fatto lui, poteva anche farlo un italiano. Il suo arrivo non è stato un bene né per il calcio italiano né per l’Inter perché il suo progetto è falso e io non ci ho mai creduto. Lui è arrivato in Italia, ha sistemato un po’ l’Inter e poi l’ha quotata in Asia. Lo stesso vale per Pallotta della Roma. Deve ancora decidere cosa fare da grande, se investire veramente oppure vendere la Roma ad un gruppo cinese. Balotelli ritornerà grande. Pogba doveva andare via dalla Juventus e ha fatto un grande regalo a De Laurentiis. Senza la sua cessione i soldi di Higuain non sarebbero mai arrivati a Napoli!”