Rakitic:” Voglio giocare!” . Inter è il momento giusto per acquistarlo?

0
Ivan Rakitic, fonte By Кирилл Венедиктов - https://www.soccer.ru/galery/1053184/photo/729647, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=70539900
Ivan Rakitic, fonte By Кирилл Венедиктов - https://www.soccer.ru/galery/1053184/photo/729647, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=70539900

Sentire un top lamentarsi del poco impiego è sempre un attraente campanello per le orecchie di dirigenti alla ricerca del colpaccio. Sentire uno tra i più forti centrocampisti del mondo lamentarsi delle poche apparizioni in maglia blaugrana lo è ancora di più. Rakitic non ne può più di collezionare panchine e pochi spiccioli di gare a cui non si ha da chiedere più niente. Il tecnico Valverde gli preferisce sistematicamente altri giocatori e lui ora prova a guardare oltre l’orizzonte del Camp Nou, verso un club che gli garantisca continuità e nuove soddisfazioni.

Lo sfogo del croato, d’altronde non lascia spazio a dubbi: col Barça pare che la storia sia ai titoli di cosa e potrebbe lasciare il club che lo prelevò dal Siviglia cinque anni fa per nuove avventure. Dal ritiro della Nazionale Rakitic ribadisce la sua voglia di calcio giocato e lo fa senza mezzi termini.

“Di certo è un momento duro perché voglio giocare e non solo far parte di una squadra. Farò di tutto per cambiare le cose, anche perché ho ancora due anni di contratto e non esiste al mondo un club migliore del Barça. Ciononostante, ho bisogno di giocare e non solo di passeggiare in giro per la città”, dichiara irritato.

Poi aggiunge: “Ho parlato con la società e gli ho detto che il mio desiderio è quello di lottare per un posto. Tuttavia, se la situazione dovesse rimanere così com’è ora, dovremo vederci di nuovo e trovare una soluzione”. Che questa soluzione sia l’InterLa domanda non è così fantasiosa perchè già in estate i nerazzurri tentarono di convincere i catalani a cedere il loro playmaker. Purtroppo la risposta fu un secco diniego.

O meglio, fu la cifra richiesta a non convincere Marotta e Co. : cinquanta milioni per i servigi di Rakitic furono ritenuti eccessivi. Eppure adesso la situazione potrebbe ribaltarsi rispetto a solo qualche mese fa e permettere ai nerazzurri di arrivare al croato con un esborso di molto inferiore. I rapporti tesi con la dirigenza spagnola e il mancato impiego sul campo hanno inciso negativamente su appeal e pretese economiche. Tutto sembra far ben sperare ad una rapida risoluzione. Attenzione però a dare la trattativa per scontata. Manchester United e PSG restano da tenere d’occhio.

Vuoi ricevere sempre nuove news sull’Inter direttamente sul tuo smartphone? Seguici sul nostro canale Telegram facendo click su questo link!