Rc Auto, da maggio calati i prezzi del 6%

0
Fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Secondo i dati rilevati nel corso dello scorso mese di maggio, le assicurazioni auto hanno registrato un calo del 6% rispetto al periodo precedente, anche se, sulle tariffe applicate, restano delle sostanziali differenze tra una provincia e un’altra. Il premio medio, per quanto riguarda la copertura responsabilità civile, è di 546,76 €, rispetto ai 568,81 di sei mesi fa e ai 582,28 di un anno fa. Dal primo di gennaio a oggi il premio è rimasto inalterato, con oscillazioni di qualche euro in aumento o diminuzione.

Queste notizie positive in termini di costo del premio assicurativo sono la conseguenza di molti fattori e cambiamenti che hanno investito il settore, tra questi l’arrivo sul mercato di molte compagnie dirette che operano attraverso internet con la propria utenza. Queste soluzioni di assicurazione auto permettono di garantire un interessante sconto sul premio finale da versare, determinando una diretta convenienza per il guidatore, come le polizze che sono messe a disposizione da Genertel, compagnia che offre risparmio, flessibilità e protezione, e che permette di comporre il premio assicurativo con le garanzie di cui ogni singolo guidatore ha bisogno.

Secondo i dati dell’osservatorio, nonostante il calo dei prezzi medi della RCA, restano sostanziali differenze sulla tariffa finale applicata al cliente, sulla base della provincia di appartenenza. Il premio più alto è versato oggi dai guidatori di Caserta, che arriva alla cifra record di 1.036,53, l’86% in più di quella media registrata. Prezzi delle polizze a responsabilità civile auto che sono alti su tutto il territorio della Regione Campania, ma non è solo in generale l’Italia meridionale a far registrare questi valori, anche in Toscana, nella città di Prato, si arriva a quota 918,05 €.

In contrapposizione a queste ultime ci sono le province in cui il premio è più basso, prima in assoluto è Aosta, con 290,46 €, seguita da Pordenone, Belluno, Enna e Sondrio. Tra quelle che possiamo classificare come metropoli, la RCA costa meno a Milano, 439,22 euro, segue Torino, Roma e Palermo.

Nonostante i continui solleciti a livello europeo a uniformare le tariffe assicurative su tutto il territorio italiano, queste differenze restano a causa dell’elevato tasso di frode che è registrato in alcune regioni italiane. Oltre al diverso grado di sinistrosità, anche i tentativi di truffa che sono operati nei confronti delle compagnie assicurative portano, come conseguenza, all’innalzamento del premio medio pagato in quella zona.

La rappresentazione di questi fattori è visibile dalla differenza che scaturisce nel confronto tra il premio della provincia più economica, quella di Aosta, rispetto a quella più cara, che è Caserta. Tra queste due realtà c’è un abisso in termini di premio RC Auto, con una differenza quantificabile in 746,07 € all’anno, un costo aggiuntivo che è paragonabile a quello di un secondo veicolo da assicurare.