venerdì, Luglio 19, 2024
HomeSportReal-Juventus: La notte dei desideri bianconeri

Real-Juventus: La notte dei desideri bianconeri

Tutto in una notte. Siamo giunti alla serata che potrebbe portare la Juventus nella storia: 90 minuti dividono la squadra di Max Allegri da Berlino, dalla Finale di Champions League. L’ostacolo è il Real Madrid, ferito ed acciaccato da critiche e malumori, che non ha nessuna intenzione di lasciar strada al Bernabeu ai bianconeri. Si riparte con un piccolo vantaggio, il 2-1 dello Juventus Stadium è da custodire gelosamente come un tesoro, anche se non c’è nessuna volontà da parte dei campioni d’Italia di speculare sul successo di Torino, giocandosi a viso aperto la gara di ritorno nella tana dei blancos.

E’ nell’aria da giorni, l’atmosfera che circonda la Juventus è di quelle che ‘capitano una volta sola nella vita’. Anche nella conferenza stampa della vigilia, Allegri e Buffon, hanno fatto intravedere la possibilità di un’impresa da parte dei bianconeri. Il tecnico toscano, autore di una stagione strepitosa sulla panchina di Madama, è pronto a scendere in campo insieme alla squadra, sapendo già cosa dovranno fare i suoi per uscire indenni da Madrid: “A livello di motivazioni sono gare che si preparano da sole, anche a livello tattico a distanza di una settimana cambia poco. Dovremo giocare una partita ottima sul piano tecnico, ci vuole coraggio. Dobbiamo fare una grandissima partita, perché in queste partite non puoi pensare a difenderti. Più avremo la palla noi e meno loro avranno possibilità di fare gol”.

A 12 anni di distanza si torna a Madrid in una Semifinale di Champions. Oggi come allora c’era tra i pali il portierone azzurro Gigi Buffon che in conferenza stampa, rispetto al proprio allenatore, ha chiamato a rapporto tutta la tifoseria juventina nel giorno più importante della stagione: Domani è la partita dell’orgoglio Juve, di tutto il nostro mondo, di noi giocatori, della società, dello staff tecnico, dei tifosi. Sappiamo quanto sia importante essere tornati a giocare una gara così importante dopo tanti anni. L’importante sarà uscire dal campo senza rimpianti“.

Massimiliano Allegri conclude la conferenza stampa proiettando la Juventus in Finale, senza spavalderia o col pensiero di battere agevolmente il Real, ma come se il sogno bianconero fosse davvero ad un passo dal realizzarsi a coronamento di una stagione strepitosa: Siamo a 95′ da Berlino e crediamo di poterci arrivare. A Berlino dobbiamo andarci“.

Il tecnico toscano proverà ad arrivare a Berlino schierando la miglior formazione possibile. Era dalla gara d’andata degli ottavi di Champions contro il Borussia che la Juventus non schierava insieme i FabFour Pogba-Pirlo-Marchisio e Vidal trequartista. Nella notte più importante tornano i ‘tenori’ del centrocampo bianconero, lasciando spazio in avanti alla coppia che sta facendo benissimo in Europa: Tevez-Morata. Dall’altra parte invece Carlo Ancelotti dovrebbe accantonare l’esperimento Sergio Ramos a centrocampo, mettendo lo spagnolo al centro della difesa insieme a Pepe. Vedremo se Carletto schiererà Benzema, recuperato dopo l’infortunio, dal 1′ oppure darà fiducia al Chicharito Hernandez insieme agli inamovibili Bale e CR7.

 

PROBABILI FORMAZIONI

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Isco, Kroos, J. Rodriguez; Bale, Hernandez (Benzema), Cristiano Ronaldo. All.: Ancelotti

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Pogba, Pirlo, Marchisio; Vidal; Morata, Tevez. All.: Allegri.
Arbitro: Eriksson

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME