Recensione: Dynasty 1×04- “Private as a Circus”

0
Dynasty, Carrington, Fonte Foto: Google
Dynasty, Carrington, Fonte Foto: Google

Come di consueto, mercoledì è andato in onda il quarto episodio del reboot della serie: Dynasty.

L’episodio vede inizialmente i due figli Carrington alle prese con i cavalli nel maneggio di famiglia. Poi, ci spostiamo verso casa Carrington, dove Cristal deve fare i conti con il nipote ladruncolo.

Sammy Joe, nell’episodio precedente aveva inscenato con l’aiuto di fidati amici un furto in casa Carrington. I ladri sono riusciti a rubare non solo il famigerato anello di fidanzamento, ma anche il cellulare del defunto Matthew.

Sam origliando la conversazione tra l’investigatore e Blake, scopre l’importanza del cellulare e subito corre dagli amici/ladri per rivendicare l’oggetto.

Ma le trattative con il rapinatore non sembrano facili. Scoperta la presenza di un video hard di Cristal e Mathhew, il ladro pretende duecento mila dollari da Sam, oppure divulgherà il video.

Il nipote messo alle strette va a spifferare il tutto a Steven, che come l’erede di suo padre prende le redini in mano della questione. Da perfetto Carrington, il bravo Steven si dimostrerà di essere all’altezza di suo padre. Egli risolverà il problema di Sam, utilizzando le stesse tattiche di suo padre Blake.

Intanto, Fallon mostra a Colby il suo piano per annientare l’impero di suo padre, Blake. Ma per portare avanti le sue manie di grandezza, ha bisogno di parlare con una vecchia conoscenza.

Fallon scoprirà che non è riuscita mai a superare l’abbandono della madre: Alexis.

Ma ritorniamo al nostro episodio. Fallon da brava manipolatrice, riesce a divulgare l’ambito video di Cristal e crea molto scompiglio.

Willy(l’amico di Matthew)chiama Steven per parlare di Claudia e del video porno. E accusa Blake di aver ucciso l’amante della moglie.

Steven però sente che qualcosa non va. Quindi si precipita da Willy, ma il povero uomo è morto. Il caso viene archiviato come suicidio. Inoltre, è stato trovato un biglietto in cui confessa la sua responsabilità nella morte di Matthew, danno collaterale della sua vendetta verso i Carrington.

Ma Steven, insiste dicendo di non aver visto nessun biglietto.

Quindi è una farsa, sicuramente c’è lo zampino del caro vecchio Blake.

Ritornando a Blake e Cristal, la moglie dell’anno ha in serbo per il suo adorato maritino una fuga d’amore. Lo porta in un cottage di famiglia, lontano dagli scandali. Ma il magnate non riesce a godersi la giornata, per colpa dei suoi impegni.

Blake, alla fine confessa alcuni crimini alla moglie, una volta tornati alla villa. Confessa di esser stato ricatto da Matthew affinché non sposasse Cristal, usando Steven e l’incidente ad Haiti. Quindi Blake, si giustifica dicendo di aver tenuto il telefono per le prove contro Steven in quell’incidente, dato che il figlio non si perdonerebbe di essere il responsabile.

A fine puntata, dopo che è stata piantata in asso da Michael, perché la reputa una vera STRONZA. Fallon finisce per bruciare tutte le lettere inviatele dalla madre. E intanto il fantasma di Alexis, aleggia sempre più opprimente su Villa Carrington.

Insomma, in ogni puntata di Dynasty c’è un omicidio. E qualcosa mi dice che il mandante sia sempre lo stesso. Blake Carrington è l’uomo che ha tutto sotto controllo. E’ quell’uomo che sa cosa vuole e come prenderselo, quindi togliere da mezzo qualcuno è un giochetto per lui.

Il maggiordomo è il suo braccio destro. E’ un attento osservatore e ricattatore, si è anche permesso di ricattare l’autista per gli sporchi affari del padrone.

E’ come è stato detto in questo episodio, l’unico buono in casa Carrington è Steven. Anche se quando ci si mette riesce a incarnare alla perfezione il padre.

Fallon è troppo occupata ad annientare Cristal e padroneggiare su tutti. Non riesce a vedere quanto è sola e di quanto bene potrebbe fargli l’amore di Michael.

Alla prossima recensione, non dimenticate di guardare Dynasty questa settimana!