Recensione OUAT: 7X07-Eloise Gardener e 7×08- Pretty in Blue

0
Once Upon a Time, Fonte Foto: Youtube
Once Upon a Time, Fonte Foto: You Tube

Questa settimana abbiamo avuto un doppio episodio di OUAT. La dose doppia ci è stata offerta in visione delle tre settimane di pausa che lo show si prenderà in vista del Thanksgiving Day, come ogni anno.

Iniziamo con il primo episodio: Eloise Gardener.

La 7×07 ci mostra chi è questa tanto ricercata Eloise Gardener. La vita di Hook si intreccia con quella della perfida Gothel. La strega per liberarsi dalla prigionia di Rapunzel, attura nella sua torre Hook.

Rapunzel e Hook, Fonte Foto: You tube
Rapunzel e Hook, Fonte Foto: You tube

Fingendosi Rapunzel, Gothel fa in modo di stuzzicare il pirata, facendosi portare un fiore magico per guadagnare la libertà. Ma la vera libertà, la può averla solo a patto che la sua progenie rimanga intrappolata nella torre al posto suo. Hook ingannato dalla perfida Gothel, concepisce con lei la bambina di cui si prenderà cura fin quando eventi a noi sconosciuti li separeranno. Ed è qui che si rivela l’utilità del fiore, in quanto è l’acceleratore della gravidanza e nascita della piccola. Si scopre così che la bambina, figlia di Hook, non è altro che Alice.

Gothel, Fonte Foto: You tube
Gothel, Fonte Foto: You tube

Nel presente, invece…

Hook cerca con l’aiuto di Tilly di trovare Eloise. Rogers si sente molto legato emotivamente a questa misteriosa ragazza.

Rogers e Tilly, Fonte Foto: Screenshot
Rogers e Tilly, Fonte Foto: Screenshot

Intanto, Ivy è il nemico da sconfiggere. Ed è proprio lei ad incastrare Victoria con un arresto imprevisto. Assecondando l’ossessione dell’agente Rogers per Eloise Gardener, Ivy fa in modo che Gothel venga liberata.

Inoltre, il nostro Hook ha il cuore maledetto, come ci mostra l’ottavo episodio. Vediamo come nel passato, dopo il crollo della torre di Rapunzel, lui e sua figlia Alice si incontrano, ma quella maledizione impedisce ad Hook di avvicinarsi a ciò che più ama.

Alice, Fonte Foto: Screenshot
Alice, Fonte Foto: Screenshot

E così la ragazza scappa e la sua fuga porta a gallala storia di Ella, sua madre ed il loro legame con Wonderland.

Rispetto al primo episodio, il quale è centrato molto più su Hook, il secondo si concentra sulla Ella e company..

Nel passato veniamo a conoscenza che la madre di Ella fosse vittima della stessa maledizione che ha colpito Hook.

Genoveffa e Henry, Fonte Foto: Screenshot
Genoveffa e Henry, Fonte Foto: Screenshot

Nel presente spunta un nuovo personaggio. E scombina gli equilibri. Si tratta di Nick, giovane e affascinante avvocato, nonché presunto vero padre di Lucy. La bambina lo paragona a Kathryn Nolan, la moglie di David durante la maledizione.

Nel flashback della loro avventura a Wonderland, scopriamo la connessione tra Henry e Jack. Sono amici, hanno vissuto grandi avventure e si sono ritrovati nel momento in cui Henry aveva più bisogno di una spalla. Nel momento in cui ha suggellato con una bacio il suo amore per Jacinda, sfuggendo all’attacco di Genoveffa.

Il parallelismo tra Biancaneve e Charming è evidente, ma i due nuovi protagonisti non hanno molta chimica quanto i primi. Jacinda manca della personalità che hanno avuto le due eroine di OUAT, tanto quanto Henry manca di carisma posseduto da Emma.

Dato che i protagonisti non riescano ad essere dei veri eroi e data la maledizione sul cuore di Henry, tocca a Regina prendere le redini in mano.

La nostra Evil Queen si butta a capofitto in un viaggio che la porterà da una persona che può risolvere la situazione. Chi sarà?

Non ci resta che aspettare tre settimane per rivedere il nostro OUAT.