RECORD: 53esimo esonero per Zamparini, tocca a Iachini

0

Record di esoneri già detenuto, ed oggi aumentato, per il patron rosanero Zamparini. Sono diventati 53 gli esoneri operati dal presidente del Palermo durante la sua gestione, ultimo quest’oggi quello di Beppe Iachini. Stavolta, però, la situazione si è presentata più dura del previsto a causa di uno scenario insolito: tifosi e squadra si sono schierati apertamente dalla parte dell’ormai ex tecnico con toni anche molto pesanti. Tale esonero diventa ancor più incomprensibile poiché arriva dopo una vittoria per 1-0 contro il Chievo nell’ultima giornata di campionato.
Le risposte dei giocatori iniziano da Franco Vasquez, questo il tweet del giocatore rosanero: “Mi dispiace tanto per la notizia con la quale mi sono svegliato, però il calcio e questo, pieno di enorme ingiustizia…”.
Continua in maniera ancor più netta e pesante Maresca su Instagram: “Insieme dal gennaio 2014 abbiamo stravinto il campionato di B battendo tutti i record possibili, abbiamo fatto quasi 50 punti al primo campionato di A, ne avremmo fatti altri 50 quest’anno… Oltre ad aver portato nelle casse del club più 60 miloni di euro! Non sei tu a dirlo, nemmeno io, è la realtà che sanno tutti. È stato un piacere leone”. Ma non è finita qui, a supportare la malinconia di Beppe Iachini sollevato dal suo incarico arrivano anche rispettivamente Lazaar e Morganella. Il primo: “Grazie di tutto mister – ha scritto il marocchino – ti sarò eternamente grato, sei una grande persona…”. Il secondo: “Mi hai insegnato molto, purtroppo il calcio dà e toglie, oggi ti ha tolto ma un domani ti darà di più…”.
Arrivano poi le parole quasi giustificatorie di Zamparini: “È una serata triste perché lasciare a a casa un tecnico come Iachini è ancora un trauma che devo digerire. Devo prendere però delle decisioni nell’interesse del Palermo calcio, come ho sempre fatto. È stata una decisione ponderata, mi sono anche consultato con i miei collaboratori prima di prenderla. Se non avessimo vinto domenica saremmo in retrocessione piena. Quest’anno non eravamo in sintonia con Iachini, dopo quelle sue dichiarazioni all’inizio del campionato dove diceva che il Palermo era una squadra scarsa. Una persona che non parte con le giuste motivazioni non può fare bene”.
Anche i tifosi rosanero esplodono sui social, nessuno pare aver digerito la scelta del presidente, ma si sa, come in ogni cosa, chi mette i soldi fa al contempo da ago della bilancia per le decisioni importanti.